LE PAGELLE DELLA REGGINA - Calvario Charpentier, neanche Houdini sconfigge la maledizione dal dischetto

16.01.2021 18:37 di Valerio Romito   vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Calvario Charpentier, neanche Houdini sconfigge la maledizione dal dischetto

NICOLAS 6 – Un tiro, per giunta deviato, subìto in tutta la gara sul quale può fare poco, determina il punteggio finale caratterizza il suo esordio in maglia amaranto, in cui non dovrà compiere nessun altro intervento

DELPRATO 6,5 – Impeccabile nell’anticipo, si vede molto anche in fase offensiva nel tentativo di aprire varchi in area avversaria, è sfortunatissimo nel deviare il tocco ravvicinando di Stepinski spiazzando il proprio portiere

LOIACONO 6 – Qualche grattacapo da Coda e compagni soprattutto nella prima frazione, di fatto le punte leccesi non si renderanno quasi mai pericolose, nel finale un suo colpo di testa viene salvato sulla linea (DAL 74’ BELLOMO 6 – Entra come mezzala ma ben presto si trasforma in attaccante aggiunto, partecipando alla sagra dei colpi di testa, non proprio la sua specialità, non trasformati nella rete del pareggio )

CIONEK 6 – In certi frangenti funge quasi da libero, rischia di diventare l’eroe della serata ma la sua incornata a pochi minuti dalla fine esce di pochi centimetri

DI CHIARA 6 – A volte risulta impreciso e perde qualche duello difensivo, mala squadra non può prescindere dalla sua presenza sempre nel vivo del gioco

BIANCHI 6,5 – Cambiano i tecnici ma alla fine nessuno riesce a prescindere dal suo utilizzo, come al solito preziosissimo sia nel pressing alto che come difensore aggiunto

FOLORUNSHO 5,5 – Costretto ad arretrare il raggio d’azione per necessità tattiche, perde in esplosività e nel finale non trova gli spazi per le sue consuete accelerate

SITUM 5,5 – Tanta corsa come da suo solito, stasera però mancano gli spunti decisivi (DAL 74’ MICOVSCHI 6 – Esordio tutt’altro che timido per il giovane rumeno, non ha paura di prendere il pallone e scodellare tanti palloni in area, purtroppo senza esiti vincenti)

RIVAS 5,5 – Riportato finalmente al suo ruolo naturale, si muove tantissimo ma dà anche l’impressione di correre spesso a vuoto, e non servire Charpentier solo in mezzo qualche minuto dopo lo svantaggio è un errore importante, prima di uscire per l’ennesimo infortunio muscolare (DAL 38’ MENEZ 6 – La maledizione del dischetto coinvolge anche l’asso francese, sporcando il suo rientro dopo quasi due mesi in cui comunque cerca continuamente di innescare i compagni con palloni di qualità)

LIOTTI 6 – Ancora una volta è quello che va più vicino a violare la rete avversaria, ma la sua conclusione di potenza finisce sull’esterno della rete

CHARPENTIER 6 – Davvero incredibile la sfortuna che continua ad incaponirsi su questo ragazzo, che in campo dimostra, almeno per un tempo, di possedere buoni fondamentali ma che sarà costretto a proseguire il suo calvario in infermeria (DAL 48’ DENIS 5 5 – L’infortunio del compagno anticipa il suo utilizzo, il piglio è quello giusto ma, come troppo spesso gli è capitato quest’anno, si fa valere più in mezzo al campo che sotto porta)

BARONI 6 – La squadra continua nel suo percorso di ricerca della manovra e nel mantenere un atteggiamento aggressivo e propositivo, purtroppo i problemi realizzativi continuano a permanere disinnescando tutto il lavoro portato avanti in campo, così come si continuano a perdere pedine nonostante i recuperi importanti, ed è dunque lecito pretendere che sia il mercato in corso a dover dare le giuste soluzioni