L'angolo dei Tifosi: Reggina, grande prova a Lecce, futuro e prospettive, le vostre mail

08.05.2021 14:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
L'angolo dei Tifosi: Reggina, grande prova a Lecce, futuro e prospettive, le vostre mail
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

La Reggina pareggia a Lecce e dice addio alla corsa playoff: ma la prova degli amaranto ancora una volta apprezzabile

Cosa ne pensate sulla stagione della squadra di Baroni? Dite la vostra e partecipate al dibattito su TuttoReggina.com. 

Prospettive future, progetti: cosa sarà di questa Reggina?

Grazie a tutti di vero cuore per la solita massiccia partecipazione al dibattito. Continuate a scriveteci alla mail tuttoreggina@libero.it.

                                                                                       ----------------------------------

Buon pomeriggio, redazione. È finita da poco la partita contro il Lecce, partita che, a mio parere, avremmo potuto vincere se, ancora una volta, fossimo riusciti a sfruttare non solo le clamorose occasioni da gol avute ma anche i tanti contropiedi ( pardon ripartenze) banalmente sciupati.Del resto, se l’attacco della Reggina è tra i meno prolifici , una qualche ragione ci sarà.Aldila’ del risultato, la squadra ha disputato una buona partita ed esce a testa alta da questo confronto. Dispiace moltissimo per l’infortunio di Edera; la speranza è che gli accertamenti diagnostici diano risultati diversi rispetto a quelli che si temono. In ogni caso, un grosso in bocca al lupo al ragazzo. Ed ora,bisogna cominciare a programmare la prossima stagione restando con i piedi ben piantati per terra, senza inutili voli pindarici e provvedendo, prima possibile, alla conferma di allenatore e direttore sportivo. Un cordiale saluto,

Francesco 1948, Roma

Gentile Redazione
In questo finale di stagione vorrei confermare alcune considerazioni che avevo espresso in una mail inviata dopo la partita di Cremona e che non è stata pubblicata. Oltre al timore che la partita con l'Ascoli sarebbe stata più ostica di quella precedente a Cremona mi ero soffermato sul perché, a mio avviso, con l'arrivo di mister Baroni, c'è stato il cambio di rotta. Più che gli arrivi di gennaio, fondamentale l'inserimento di Nicolas e a seguire Lakicevic, Crimi e Montalto, impalpabili gli altri nonostante le opportunità loro concesse, la svolta è arrivata con il cambio modulo in difesa. Si è data  maggiore copertura e sostanza soprattutto a dx dove si erano palesate maggiori difficoltà. Un grazie al mister che, al netto di qualche sostituzione tardiva, ha dato spessore ad un gruppo che è diventato squadra.
Dopo Ascoli, le dichiarazioni dei protagonisti, dal Presidente al Mister, mal celano la consapevolezza che i playoff si sono allontanati quasi definitamente e, rispettivamente, si è sentito la necessità di ringraziare le parti e dare la propria disponibilità per  programmare il futuro.
Non resta che ringraziare tutte le componenti per una salvezza che a dicembre sembrava difficile e che si è raggiunta con qualche giornata in anticipo. Un immenso ringraziamento anche a Codesta Redazione che ha permesso di esprimere il pensiero dei tifosi e avvicinato all'universo Reggina chi come me risiede lontano.

Giuseppe da Rovigo

Spett.le Redazione, secondo me contro il Lecce abbiamo fatto un'ottima gara con personalità e senza timori riverenziali. Peccato per le tante occasioni create e non sfruttare, ma forse il rammarico maggiore è per i tanti punti persi lungo tutto il campionato,  avessimo giocato sempre così! Comunque voglio ricordare che eravamo una squadra neopromossa e avevamo un presidente alla prima esperienza in serie B e da poco approdato al mondo del calcio. Ritengo, pertanto, che quello che ha fatto questa squadra è questa dirigenza è un capolavoro, considerato anche che squadre più blasonate della Reggina navigano in cattive acque. Un ringraziamento anche alla redazione di Tuttoreggina per il costante e puntuale aggiornamento e approfondimento delle notizie, nonché della possibilità di esprimere il parere a noi lettori e tifosi della Reggina. 
Distinti saluti 

Giorgio D 

Buongiorno redazione, 

sono felice, ma non troppo. Sono felice perchè ho rivisto la mia Reggina dei bei tempi in serie A.

Sono felice perchè ho visto una squadra che dà tutto quello che ha per una partita importante.

Sono felice per aver finalmente rivisto una squadra che lotta e si sacrifica per ottenere un risultato, e non importa se questo non arriva, la Reggina lotta.

E' stimolante sapere che da oggi in poi si lavorerà per fare una squadra forte in ogni reparto, che "uccida" il campionato di serie B 2021-2022. E' questo che tutti i Reggini si augurano di cuore.

.....ma non troppo ed il perché è già chiaro.

FORZA REGGINA SEMPRE !!!!!!!!

Antonio

LA REDAZIONE RISPONDE: Precisazione caro Antonio. L'auspicio dei tifosi è che si costruisca squadra forte in ogni reparto, ma le intenzioni in tal senso non sono stare chiarite dalla proprietà: vedremo nelle prossime settimane.

Gentile Redazione,

a Lecce dunque, complici i risultati degli altri campi, si spengono le luci di un sogno, quello dell'impresa nell'impresa, girone di ritorno da primi della classe, salvezza e aggancio play off........potrebbe dunque affacciarsi l'ombra del rimpianto. E a voler dare un nome preciso al rimpianto, a voler "cristallizzarlo" in un momento ben definito, la lista sarebbe ben lunga: dalla stessa gara di ieri, con le tante occasioni che avrebbero consentito di alimentare il sogno fino alla prossima, al pareggio di Cremona di qualche giorno fa, al confronto con l'Ascoli (e stavolta non quello di qualche giorno fa, visto il cammino dei bianconeri nell'ultimo periodo, ma quello "sanguinoso" degli ultimi minuti del girone d'andata), al confronto con il Cosenza, e via a risalire indietro. Troveremmo decine di "momenti topici", decine di immagini alle quali collegare un rimpianto per quei 3, 4 punti che ci avrebbero permesso di affacciarci oltre la stagione regolare. Certo, il rimpianto è legittimo nelle aspirazioni e nei sogni di un tifoso, ma forse oggi deve lasciare il posto alla consapevolezza: la consapevolezza di aver centrato un obiettivo (la salvezza) che a Natale scorso sembrava forse ormai naufragato e insperato, la consapevolezza di aver raddrizzato un campionato ribaltando il dentro e fuori di una squadra che ha acquisito maturità, concentrazione, voglia e strategia di gioco tali da permetterle di competere alla pari e forse più con tutte, ne siano prova i numeri di questo girone di ritorno. Sia dunque Lecce il luogo di un rimpianto che duri una sola notte e da Lecce si riparta, con queste fondamenta costruite nel 2021, per costruire ciò che più desidera il cuore di ogni Amaranto: il cassetto dei desideri e dei sogni oggi chiuso, può sempre esser riaperto dopo l'estate, ancor più con la speranza - tra vaccini e riaperture - di poter noi tifosi tornare ad essere l'uomo in più che siamo sempre stati e che sempre saremo. Un grande plauso a tutti gli Amaranto - dal Presidente, al Mister, al DS, alla squadra, allo staff - per la grande prova costruita e offerta in questi mesi, un grazie a voi della Redazione che ci consentite di esprimere opinioni e sentimenti......... e FORZA REGGINA SEMPRE !!!!! 

Vincenzo 

Baroni confermato e intraprendere una strada simile alla filosofia dell’Athletic Bilbao: con la storia della Reggina e di Reggio (penso ai fatti di Reggio) possiamo guardare ai Paesi Baschi e oltre ai spesso citati Barillà e Missiroli, Viola, si potrebbe puntare su qualche giovane reggino di prospettiva come Russo dell’Entella o promuovere i primavera meritevoli. I calciatori di Reggio e provincia che potrebbero vestire con dignità la maglia amaranto ci sono, le strutture alla fine pure, abbiamo pure un allenatore che coi giovani lavora bene e sa come si vince la B... 

ex 208

Cara redazione,siamo alla fine di una grande rincorsa che ha visto una squadra con un bravo allenatore che ha ottenuto un grande risultato la permanenza in serie b, impensabile fino a qualche mese fa, peccato per aver perso una grande occasione centrare i playoff alla luce dei risultati erano alla nostra portata,al mister dico che è in bravo allenatore dovrebbe osare di più, manca un po' di coraggio nel creare le condizioni per essere più offensivi,a Lecce secondo il mio parere abbiamo visto la più bella Reggina,ha entusiasmato non ha avuto nessuna paura della corazzata Lecce,al mister chiedo che giocatori come Menez,Bellomo,Edera devono sempre trovare spazio negli undici titolari,ci è mancato un attaccante che fosse andato in doppia cifra avessimo avuto dalla 1 giornata Montalto oggi parleremmo d altro,io non smantellerei questa squadra li confermerei tutti, ringrazio voi per l'ottimo lavoro che fate per la nostra amatissima Reggina, grazie presidente per aver regalato ai tifosi Reggini l'amore che abbiamoper questa squadra, saluti

Marco