L'ANGOLO DEI TIFOSI, spazio alle vostre considerazioni sul momento della Reggina: le vostre mail

20.01.2020 17:43 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
L'ANGOLO DEI TIFOSI, spazio alle vostre considerazioni sul momento della Reggina: le vostre mail

La Reggina torna al successo e riprende la sua marcia, a voi la parola sulle considerazioni da fare in questo momento

Sensazioni, vostri auspici per il girone di ritorno e quant'altro, scriveteci a tuttoreggina@libero.it.

Ecco le vostre mail.

Gentile Redazione buonasera,
dopo un incontro così, dove uno slancio di cuore degli Amaranto ha consentito di portare a casa il risultato pieno - con buona pace di quanti in altri campi già esultavano alla rincorsa - non resta che inondare il Granillo già mercoledì sera per "ricaricare" questi ragazzi....perché, forse, ricominciare dopo la pausa con due gare lontane dal Granillo, è stato un ostacolo in più.... RIEMPIAMO IL GRANILLO già mercoledì e poi domenica, al mister le questioni tecniche e a noi popolo Amaranto la spinta ai ragazzi!!! e FORZA REGGINA SEMPRE!!!

Vincenzo

Buongiorno , 

non ho alcun commento alla partita di ieri , una squadra grande vince anche all'ultimo minuto .

Quello che mi dà fastidio è il rosicare dei nostri avversari che non" c'è vonno sta" !

In particolare il Presidente della Ternana che continua con la sua recita quando la Reggina vince .

Ultima quella di ieri con la sceneggiata in quel video a fine gara .

Saluti

Antonello

LA REDAZIONE RISPONDE: Antonello, se la Ternana vince al 98' a lei fa piacere? E' normale, tifa per la Ternana e deve sperare che la Reggina perda punti,  tutto assolutamente nella norma. Chiaramente, chi vince ha sempre ragione e gli va riconosciuto, ma quella è sportività ed è un altro discorso.

Buongiorno,

vorrei fare un commento in merito alle 2 ultime partite della Reggina, e cioè quella con la Cavese e Bisceglie. Sinceramente viene difficile capire come una squadra che proviene da risultati che hanno battuto tutti i records nazionali, e che quindi a mio parere, e non solo il mio, ha una rosa di giocatori da far invidia a tutti, dicevo difficile capire gli innesti nella formazione di Sarao, e Liotti. Con tutto il rispetto per questi 2 giocatori, che film hanno fatto per meritarsi di giocare titolari in una formazione come la Reggina? A chi è venuto in mente di comprarli facendo spendere soldi inutili al nostro Presidente? Sono 2 discreti giocatori che tuttalpiu' potrebbero giocare in una squadra di medio bassa classifica non certamente nella Reggina. I risultati sono quelli visti! E per fortuna che a Bisceglie si è fatto in tempo a recuperare. Per favore mister Toscano, non perdere la bussola, finora hai dimostrato di saperci fare, non buttare tutto all'aria. In panchina Denis, Reginaldo e titolare Sarao, ma scherziamo? E poi Liotti che gioca titolare a discapito di coloro che hanno portato la Reggina al 1 posto con 10 punti di vantaggio sulle seconde. Ma scherziamo? Spero che Toscano faccia ammenda e riveda alcune decisioni discutibilissime.

Antonio

LA REDAZIONE RISPONDE: Diamo sempre tempo al campo di dare i suoi giustizi finali e definitivi. Oggettivamente, Liotti e Sarao sono sempre stati ottimi giocatori per la C, su una prestazione possono incidere moltissime variabili, in primis sicuramente il campo e poi la condizione fisica del singolo o dell'intera squadra. E' giusto dare tempo ai nuovi arrivati di integrarsi nella loro nuova realtà: succede nelle grandi squadre, lo stesso discorso vale per la Reggina. In ogni caso, la gestione complessiva del gruppo tocca al tecnico e al club, ad oggi non ci sono state particolari problematiche in tal senso: certamente, da fuori, immaginiamo che quelli che stanno fuori non sono felici di non giocare.

Abbiamo vinto e siamo naturalmente tutti contenti. E’ necessario però esaminare bene lo stato di salute della squadra che anche ieri non è stata brillante. Non so se siete d’accordo con me che le Reggina ha preso “l’influenza” ai primi di dicembre e che sinora l’ha curata con l’aspirina che con la Cavese non ha fatto effetto mentre ieri ha abbassato la “febbre” solo negli ultimi minuti. Sono dell’opinione che occorra un robusto “antibiotico” per sanare la malattia. Bisognerebbe intervenire, oltre che con una cura ricostituente (intensi allenamenti a base di corsa ed esercizi fisici) anche con il cambio di alcuni organi vitali che, dopo aver dato tutto nei mesi scorsi, oggi non riescono più a proteggere la parte superiore del corpo (la difesa) e non danno sufficiente linfa agli arti inferiori (attacco). Credo che inserire Paolucci, Nielsen ed altri sino ad oggi assenti, possa rivitalizzare tutto il corpo senza far correre il rischio che questa influenza si debba/possa trasformare in polmonite con le dovute negative conseguenze. Sono certo comunque che il “medico” Toscano sappia individuare bene i rimedi assicurando tranquillità a tutto il gruppo ed a noi tifosi affettuosi.

Santo Crisalli

LA REDAZIONE RISPONDE: Il risultato ha chiaramente cancellato quelle che potevano essere critiche, anche abbastanza feroci. Dal punto di vista fisico, la squadra la scorsa settimana ha effettuato un richiamo per procedere senza problematiche. Ora bisogna capire se le difficoltà a tornare il carrarmato che stravinceva le partite sono dovute a scadimenti di forma dei singoli, crescita delle avversarie, schemi sostanzialmente imparati a memoria anche dalle altre squadre, oppure da situazioni oggettive come possono essere i malmessi campi della C. Qualcosina da migliorare c'è, tocca a Toscano capire come navigare con la maggiore tranquillità possibile.