Ex Reggina, parla Laribi: "A Cittadella ambiente che non fa avvertire peso di cose che circondano il calcio moderno"

10.02.2022 09:33 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
Ex Reggina, parla Laribi: "A Cittadella ambiente che non fa avvertire peso di cose che circondano il calcio moderno"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Karim Laribi, oramai ex calciatore della Reggina, sebbene in prestito sino a giugno a Cittadella, ha parlato del passaggio in granata come scrive padovatoday:

"La trattativa è nata quando la Reggina mi ha messo fuori rosa a due giorni dalla fine del mercato. Il motivo era che non c'era più spazio per me in lista. Ho dovuto trovare una soluzione nell'immediato. A Reggio Calabria non si sono comportati benissimo perché avevamo chiesto ad inizio gennaio con il mio procuratore se ci fossero problemi e ci avevano rassicurato in questo senso di no. Invece a due giorni dalla fine mi hanno comunicato che sarei rimasto fuori dal progetto. Non è stato un comportamento molto idoneo, ma fa niente. A quel punto mi son mosso con qualche ex compagno e sono riuscito a sentire il direttore Marchetti alle 19.20, a 40 minuti dalla chiusura del mercato. Alle 19.55 avevo firmato il contratto con il Cittadella".

Sottolinea poi Laribi: "Qui c’è un ambiente che permette di lavorare senza avvertire il peso di tante cose che circondano il calcio moderno. Siamo partiti forte, con le aspettative che hanno iniziato ad essere molto alte. Abbiamo avuto un picco e poi in più di qualche partita non siamo più riusciti ad emergere. Non si sa per quale ragione o motivo la Reggina continua a subire questa situazione".