Gazzetta dello Sport: "Lecce, Stepinski si. La Reggina è battuta e tradita da Menez"

17.01.2021 12:25 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Gazzetta dello Sport: "Lecce, Stepinski si. La Reggina è battuta e tradita da Menez"

"Lecce, Stepinski si. La Reggina è battuta e tradita da Menez", scrive Gazzetta dello Sport nelle pagine nazionali.

"Vince il Lecce rispettando il pronostico che lo vuole sempre a segno sulle sponde dello Stretto, in Serie B. Così salgono a 4 in altrettanti incontri al Granillo gli exploit dei pugliesi. Se tutto ha girato per il verso giusto agli ospiti, non si può dire la stessa cosa per la Reggina, che ha cercato con tutte le forze di uscire imbattuta, ma è incappata nella nona sconfitta, la quinta in casa. Dopo i due rigori falliti da Denis, stavolta è stato il turno del francese Menez a sbagliare il rigore del pareggio. Adesso la situazione si è fatta nuovamente critica e Baroni inciampa al terzo k.o. in 6 gare.

Il tecnico ha mandato subito in campo Nicolas e rispolverato Charpentier, al debutto stagionale dopo 13 mesi di stop. Corini invece ha sostituito Majer con Bjorkengren e la sua squadra ha imposto il suo maggior tasso tecnico occupando tutte le zone del campo grazie ad un gioco fluido e a un Henderson dal piede pulito. Gli ospiti hanno provato diverse volte a sbloccare il risultato e ci sono andati vicini con Bjorkengren e Stepinski. La Reggina ha cercato di pungere ma non è andata oltre un tiro dalla distanza di Di Chiara e una conclusione senza fortuna di Rivas finita su Gabriel. Prima della mezz’ora la rete decisiva. Traversone basso di Adjapong dalla destra, colpo di tacco di Stepinski e leggera deviazione di Delprato, che ha messo fuori causa Nicolas. Prima dell’intervallo si è infortunato Rivas e dopo 9 gare ai box è tornato Menez.

E proprio a inizio ripresa il francese ha avuto il pallone del pari dagli undici metri ma il suo tiro non irresistibile è stato preda di Gabriel. Il rigore concesso per un presunto fallo di mano (spalla?) dell’ex Lucioni su cross di Situm ha fatto infuriare il presidente Saverio Sticchi Damiani. L’ultima mezzora il Lecce l’ha giocata in 10 per un’espulsione molto severa dell’arbitro nei confronti di Coda (doppio giallo) ma la Reggina non è riuscita a trovare il pareggio, anche per il nervosismo: nel finale, dopo il triplice fischio, scintille tra i due allenatori", l'analisi del quotidiano sportivo.

Voto 6 per i vari Nicolas, Delprato, Loiacono, Cionek, Folorunsho e Charpentier, 5 per i vari Menez, Denis e Situm.