"Simy devastante, Crotone: che balzo! Benevento sazio", pitagorici volano

04.07.2020 13:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
"Simy devastante, Crotone: che balzo! Benevento sazio", pitagorici volano

"Simy devastante, Crotone: che balzo! Benevento sazio", si legge su Gazzetta dello Sport che parla della gara vinta dai pitagorici contro la neo promossa Benevento.

"Mettiamola così. Ma può essere un peccato grave perdere una partita dopo 22 risultati positivi, dopo aver frantumato il campionato e aver giustamente festeggiato lunedì scorso il ritorno in Serie A? Crediamo proprio di no e i tifosi del Benevento capiranno sicuramente i loro beniamini che a Crotone sono arrivati, se vogliamo usare un eufemismo, senza la necessaria concentrazione. Diverso il discorso per il Crotone che dopo i tre pareggi di fila non aveva altre scelte se non vincere. E così è stato grazie a un super Simy che rifila tre gol alla difesa sannita realizzando anche la sua prima tripletta con la maglia rossoblù. E adesso Cordaz e compagni si possono godere di nuovo il secondo posto in solitaria.

I rossoblù sono entrati in campo con il risultato dell’Arena Garibaldi di Pisa già cristallizzato dove il Cittadella, scomodo compagno al secondo posto e prossimo avversario, ha subito uno stop inaspettato. La gara dello Scida è iniziata in discesa per i padroni di casa che più che gli avversari hanno dovuto combattere il caldo ed una umidità elevatissima. Rispetto ad Ascoli Stroppa lascia in panchina Armenteros e riconferma Messias in attacco al fianco del rientrante Simy, Golemic parte titolare al posto di Curado e torna anche Zanellato a centrocampo. Inzaghi tiene a riposo Hetemaj e in difesa propone Tuia per lo squalificato Caldirola. Confermatissimi invece i moduli: 3-5-2 per Stroppa e 4-3-2-1 per Inzaghi. Il Crotone impiega 14 minuti per spezzare l’equilibrio. Gerbo dalla trequarti la butta in mezzo per la testa di Simy che la tocca di giustezza per indirizzarla sul palo dove Montipò non ci può arrivare. Quattordicesimo centro per l’attaccante nigeriano che si deve fare perdonare la poca brillantezza nelle due trasferte pareggiate a Perugia e a Ascoli. E infatti il raddoppio arriva 4 minuti dopo quando Simy da dentro l’area affronta in velocità Volta che non affonda il contrasto e lascia strada libera al capocannoniere rossoblù che con un delicato tocco-sotto riesce a beffare Montipò. Il Benevento ci ha provato a rimettere in sesto la gara ma ha fatto una gran fatica complice anche la serata caldissima. Infatti un giro di lancette dopo il 2-0 Messias da lontano con un tiro-cross incocciava la parte superiore della traversa quasi a far capire l’andazzo della gara. Ma il Benevento poco alla volta inizia a conquistare terreno. I campani si fanno pericolosi un paio di volte nell’area di Cordaz ma senza andare mai alla conclusione. Ma è un fuoco di paglia.

Il serbatoio dei sanniti va in riserva e Inzaghi nell’intervallo ha provato a motivare in qualche modo i suoi. Ma con scarsi risultati perché il Crotone nei primi 9’ della ripresa sbaglia due gol facilissimi, specie quello di Zanellato a due passi dalla porta quasi vuota. Schiattarella e Del Pinto terminate le forze, abbandonano il campo per Hetemaj e Sau così come Insigne e Moncini. Ma il clima della gara non cambia. Al punto che al 26’ Gerbo scodella nel cuore dell’area un pallone che Simy non ha nessun problema a scaraventare in rete per il suo 16° centro, ad una sola lunghezza dal capocannoniere della B Iemmello. Stroppa fa rifiatare Benali ma soprattutto Simy, ne cambia 5 e al 41’, sul 3-0, chiede testualmente ai suoi: «Mi raccomando, tosti». Inzaghi invece sicuramente perdonerà i suoi e archivia la gara".