Caneo (all.Rieti) a Radio Gamma No Stop: "Hanno staccato l'energia elettrica allo stadio. Domani torno a casa"

14.11.2019 18:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Caneo (all.Rieti) a Radio Gamma No Stop: "Hanno staccato l'energia elettrica allo stadio. Domani torno a casa"

Bruno Caneo, allenatore del Rieti, ha parlato a Radio Gamma No Stop della complicata situazione del club laziale:

"Purtroppo chi è subentrato ha fatto fatica ad entrare nelle situazioni economiche, ci sono tante beghe che da uomo di calcio faccio fatica a commentare e analizzare".

Sui recenti comunicati: "I contratti dei calciatori sono cumulativi, non puoi pagare qualcuno e altri no. Lo hanno fatto per dare una visibilità diversa, ma non è stato cosi. I comunicati lasciano il tempo che trovano".

"Io domani vado a casa, sono stato preso dalla proprietà subentrante. Ci sono ragazzi che non possono pagare gli affitti degli appartamenti, altri che non hanno neanche le possibilità per i pasti. Oggi hanno staccato la luce allo stadio Scopigno, ci vuole qualche giorno per la riattivazione dell'utenza". 

Sull'ipotesi Berretti: "Io spero per tutti quanti, per la dignità di tutti, che non si giochi con i ragazzi. Non è la regola e non è il modo di poter fare il calcio".

Sulla sua avventura a Rieti: "Questi ragazzi hanno recepito le mie idee di calcio aggressivo e propositivo, i miei calciatori stanno facendo cose egregie. A Vibo ci sono tanti alibi, ci siamo allenati poco, eravamo reduci da una settimana particolare, sino al 70' siamo rimasti in partita".

Sulla Reggina: "Dal mio punto di vista può arrivare in B. Hanno 15-16 calciatori di categoria superiore. Hanno la facoltà di gestire al meglio le partite, la squadra è solida, tosta, è difficile fargli gol, hanno potenza tecnica, ha le carte in regola per la B. Le antagoniste sono partite in ritardo, la Reggina è una struttura che viaggia per conto proprio, ha tutto per fare il salto di categoria".