L'angolo dei Tifosi, Reggio Calabria pareggia ad Agrigento: le vostre mail

20.11.2023 13:25 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
L'angolo dei Tifosi, Reggio Calabria pareggia ad Agrigento: le vostre mail
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

Dopo il disastro degli ultimi tre anni, la Reggina riparte da La Fenice Amaranto. Una scelta maturata a margine delle consuete polemiche e elucubrazioni, sintomo di un malessere sociale che va oltre il calcio.

Continuiamo a dare voce ai tifosi amaranto, dopo la prima parte di campionato, con il campo unico giudice inappellabile, quanto meno a livello calcistico. La squadra è reduce dal pareggio di Agrigento.

Scrivete il vostro pensiero a tuttoreggina@libero.it e pur rispettando il parere di tutti, invitiamo si anche ad essere critici, ma con lucidità e oggettività.

Tante mail ricevute, le stesse saranno pubblicate a PUNTATE: grazie di cuore a tutti, anche per gli attestati di stima che fanno ENORME piacere.

                                                                              ***************************************

Spett.le Redazione, ho visto la partita contro l'Akragas, certo che dopo 9 anni di serie A, vedere queste partite è deprimente, tant'è questo ci tocca, questa è la serie D. Comunque se non si vincono queste partite, accontentiamoci di fare una onorata salvezza e aspettiamo il prossimo anno (magari col nome Reggina - fa più effetto) per aspirare alla promozione. Certe azioni, passaggi, stop di palla, nemmeno all'oratorio si vedono.

Giorgio

                                                                              ***************************************

Buona giornata, volevo commentare il gol subito dalla Reggina a Agrigento, al netto del fatto che siamo in serie D e' quindi il sistema arbitrale è anche da serie D. Ad Agrigento , vedendo le immagini,durante l'azione di tale eventuale gol avviene un fatto che chiarirebbe tutto , il pallone tocca il palo percorre la linea di porta e il NS portiere la allontana e dei tre giocatori dell' Akragas a 1 metro di distanza nessuno esulta istintivamente , proprio perché non hanno visto il pallone dentro.

Alberto