L'angolo dei tifosi, Reggina, i giorni dell'attesa: le vostre mail

25.05.2022 19:50 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
L'angolo dei tifosi, Reggina, i giorni dell'attesa: le vostre mail
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

Messa da parte il brevissimo ciclo Gallo, la Reggina spera di restare in vita con qualche inatteso colpo di coda. Si è perso tanto tempo prezioso e si è badato ai propri interessi piuttosto che quelli della squadra della Città.

In casa amaranto ora il futuro è tutto da scrivere,in un senso o in un altro.

Dite la vostra anche sul momento e sulle prospettive future del sodalizio amaranto: scrivete alla mail tuttoreggina@libero.it.

                                                                                              ------------------------------

Carissima redazione,i giorni purtroppo passano e noto che si procede a passi di lumaca,in merito a ciò volevo porvi una domanda e cioè: una volta che l Avv.ssa Perna nomina l l'amministratore unico ho letto che bisogna aspettare l l'autorizzazione del tribunale per l ok della stessa nomina,di conseguenza quanto tempo passa tra avvenuta nomina e autorizzazione? Distinti saluti.

Francesco

LA REDAZIONE RISPONDE: Non c'è una tempistica precisa, in ogni caso attendiamo la nomina da un momento all'altro.

                                                                                              ------------------------------

Spett.le Redazione, sto notando che tanti club sia di serie A, sia di serie B e qualcuno anche di serie C, stanno finendo in mano a questi c. d. fondi finanziari stranieri. Questi, è evidente, lo fanno a fini di investimento, non certo per fede calcistica, pertanto, nel momento in cui queste società non saranno più redditizie saranno dichiarate fallite e chiuse come qualsiasi attività commerciale o industriale. Immagino che il calcio rimarrà appannaggio di poche società d'elite e nelle grandi città europee. Spero di sbagliarmi. Distinti saluti

Giorgio D 

LA REDAZIONE RISPONDE: Ma anche il signor Gallo avrebbe fatto lo stesso quando l'impresa non produceva più nulla. L'imprenditore non può e non ragiona con il cuore e con i presunti affetti. Nessuno vuole gettare i propri soldi o regalarli. Se la Reggina diventerà produttiva (quindi sfornerà calciatori da rivendere, conseguirà successi sul campo) allora non sarà abbandonata da coloro che potrebbero prenderla, altrimenti perché la prenderebbero?