Giosa a TuttoReggina: "Reggina, quanti ricordi meravigliosi! Amaranto fortissimi, noi proveremo a regalare una gioia ai nostri tifosi"

31.10.2019 11:07 di Antonino Sergi Twitter:    Vedi letture
Giosa a TuttoReggina: "Reggina, quanti ricordi meravigliosi! Amaranto fortissimi, noi proveremo a regalare una gioia ai nostri tifosi"

A 36 anni suonati è capace ancora di fare la differenza. Maledetti infortuni in serie, altrimenti Antonello Giosa avrebbe certamente continuato a calcare i campi di serie A. Anche lui protagonista della squadra del -11 (15 presenze per lui in quella magnifica annata), scovato giovanissimo dagli scout della Reggina e capace di fare tutto il percorso delle giovanili, domenica ritroverà la squadra cheb lo ha svezzato.

Il Potenza è la difesa meno battuta della C e c'è Giosa a dirigerla, un motivo ci sarà. Il centrale si è concesso ai microfoni di TuttoReggina.com per parlare della sfida del Viviani:

Il big match di giornata ma anche e soprattutto la partita di Giosa. Non sarà sicuramente una sfida come le altre per te.

Non sarà una partita come tutte le altre, è normale. Il legame con Reggio Calabria e la Reggina è particolare, sono arrivato ragazzino e sono andati via uomo. La Reggina mi ha permesso di coronare il sogno di ogni ragazzino, quello di giocare in serie A

Che ricordi ti porta di Reggio Calabria e della Reggina? Serie A e Serie B ma probabilmente anche qualche rimpianto legato agli infortuni.

La salvezza del -11 è il ricordo più bello. Quell'impresa mi legherà per sempre a Reggio e alla Reggina, ma anche la seconda esperienza, quella in B con Atzori, fu decisamente straordinaria: potevamo tornare in A se non fosse per quel gol di Novara. Ricordi splendidi, c'è il rimpianto per qualche infortunio di troppo, ma questo non intacca il ricordo positivo che ho di Reggio.

Lo scorso anno hai deciso di tornare a casa al Potenza. Quali sono le tue ambizioni e quelle del club?

Ho fatto questa scelta di tornare a Potenza, che avevo lasciato a 15 anni proprio per Reggio. E' stata una scelta voluta fortemente, volevo un'avventura che mi stimolasse. Alla luce dei risultati credo sia una scelta azzeccata, la scorsa stagione quinto posto e playoff, quest'anno partiti benissimo. Siamo una piccola realtà rispetto ad altre, ma vogliamo continuare a regalare soddisfazioni alla nostra comunità.

Giosa ed Emerson, una coppia esperta di calciatori ammirati anche in riva allo Stretto. Siete probabilmente uno dei migliori reparti della categoria?

Siamo due ragazzini che ancora si divertono e si mettono a disposizione degli altri compagni per cercare di dare una mano al resto della squadra. Abbiamo a che fare con un gruppo unito e affiatato. Sino a questo punto della stagione stiamo facendo qualcosa d'importante, ma è merito di tutta la squadra: speriamo di continuare così.

Cosa non ha funzionato nell'ultima trasferta contro il Monopoli esattamente ad una settimana dal grande successo di Catanzaro?

Siamo incappati in una partita non alla nostra altezza, c'era meno lucidità, era la terza gara in una settimana. Il Monopoli ha saputo sfruttare gli episodi per indirizzare la gara. Un incidente di percorso può capitare, sopratutto dopo una striscia di risultati abbastanza lunga. Ora stiamo già pensando a domenica che sarà una gara bella da giocare

Torni ad affrontare la Reggina, che sfida di attendi?

Sarà una gara molto complicata, contro l'attuale capolista del campionato. La Reggina è una squadra costruita per vincere, noi invece più per divertirci, ma stiamo andando ogni più rosea aspettativa. Le due squadre meritano una bella cornice di pubblico e domenica sarà la festa dello sport. Gli amaranto sono fortissimi, noi abbiamo grande voglia di fare bene, sarà una partita all'altezza

Per te, chi è la reale favorita per la vittoria finale del Girone?

Onestamente dopo il mercato e questo primo scorcio di campionato, credo che Bari e Reggina siano davanti a tutte, poi Ternana e il Catanzaro. Il Catania ha perso qualche punto di troppo. Sarà un torneo bello e avvincente sino alla fine.