Lucarelli: "Contro la Reggina sarà tosta. Ma noi possiamo mettere in difficoltà chiunque"

13.02.2020 18:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Lucarelli: "Contro la Reggina sarà tosta. Ma noi possiamo mettere in difficoltà chiunque"

Cristiano Lucarelli, allenatore del Catania, ha parlando in conferenza stampa dopo il pareggio casalingo contro la Ternana nella gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia serie C:

"Oggi la partita la abbiamo vinta prima di giocarla, solo per aver riportato la gente allo stadio, intanto con una curva e speriamo presto anche con l’altra: cercheremo di giocare per loro. Certo, avremmo voluto fare un ulteriore regalo. Non ci siamo riusciti, ma non dobbiamo rimproverarci nulla, se non il non aver sfruttato le occasioni avute. L’errore, noi, lo avevamo fatto nella gara di andata e lo abbiamo pagato oggi. Il Catania, in 180 minuti, ha dimostrato di non essere inferiore alla Ternana, che è una signora squadra fatta con obiettivi importanti. Abbiamo avuto il giusto atteggiamento, la giusta grinta".

Domenica la sfida alla Reggina: "C’è una partita tosta, domenica. Dobbiamo recuperare energie e riuscire a fare un’altra partita ad alta intensità come abbiamo fatto oggi, creando nella nostra testa 95 minuti a questi ritmi, perché in questa categoria serve questo. E, magari, cercare anche di fare gol. Io ai ragazzi, oggi, ho detto che devono rendersi conto che quando giocano come hanno fatto oggi, possono mettere in difficoltà chiunque. Deve essere questo, il loro spirito. Perché la gente vuole questo. Il tifoso chiede di buttare il cuore oltre l’ostacolo. Non sarà facilissimo tenere i ritmi di oggi, ma noi abbiamo bisogno di lottare, soffrire, pallone su pallone".

Sulle difficoltà extracampo: "Siamo risorti anche oggi, nonostante ciò che è successo stamani e mi domando perché proprio stamani e non ieri o domani. D’ora in avanti, dobbiamo concentrarci sempre e solo su quello che succede sul campo. Ma quando la squadra gioca come ha giocato oggi, a prescindere dal risultato che si consegue, mi commuove". 

Sulla telenovela Bojinov, che ha deciso di accettare la proposta del Pescara: "Lui mi ha chiamato pure stamattina. A lui, costa non venire a Catania. Noi abbiamo fatto quello che potevamo fare, vista la categoria e visti i quattro mesi che mancano alla fine. E sono orgogliosissimo che lui, fino alle ore 10,30 di oggi, era ancora indeciso se scegliere noi o il Pescara. uol dire che il Catania ha il suo appeal".