L'ANGOLO DEI TIFOSI, il pensiero dei supporters amaranto: ecco le vostre mail

28.05.2020 11:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
L'ANGOLO DEI TIFOSI, il pensiero dei supporters amaranto: ecco le vostre mail

Campionato fermo, il coronavirus ha stoppato il mondo, il calcio deve trovare le contromisure. Cosa succederà? Che decisioni saranno prese?

La Reggina resta in paziente attesa: a voi la parola sulle considerazioni da fare in questo momento. Sensazioni, vostri auspici e quant'altro, scriveteci a tuttoreggina@libero.it.

Continuate a scriverci, attendiamo i vostri punti di vista.

-----------------------------------------------------------

Un saluto a tutta la redazione di tuttoreggina

Riguardo tutto ciò che è successo e si è detto in questa settimana sulla ripresa dei campionati e in particolare il campionato di lega Pro, credo che la confusione e la poca chiarezza non permettono in questo momento di fare alcuna supposizione o previsione!
Nonostante questo mi sembra evidente che la volontà anche dei tifosi della Reggina sarebbe quella di concludere sul campo una cavalcata gloriosa, e non sarebbe la stessa cosa chiuderla qui con una assegnazione d' ufficio!

Detto questo però, la mia paura è la pressione che il Bari sta facendo (pare con successo) sulla Figc, pressione che ritengo giusta e che avremmo fatto anche noi a parti inverse, far salire il Carpi sarebbe stato un qualcosa di terribilmente ingiusto, la mia paura nasce dal fatto che nel chiedere, il Bari con il suo evidente peso politico, possa tirare fuori dalla Figc qualcosa che secondo me sarebbe altrettanto ingiusto non solo per la Reggina a +9 ma ancora più per il Monza a +15, e cioè il dover fare i playoff coinvolgendo anche le prime classificate, un conto è continuare il campionato cosa che io gradirei se fosse possibile, un'altro è giocarsi il vantaggio in una partita dei playoff imprevedibile dove praticamente azzeri il +9 o il + 15 qualsiasi sia il vantaggio che dai alle prime!!
Non voglio immaginare una situazione dove dopo un campionato stupefacente, una singola partita magari con una squadra che fa catenaccio e con un contropiede al novantesimo va in B o peggio con una svista arbitrale irrecuperabile poi, si getti alle ortiche un vantaggio così ampio!

Ovviamente una seconda classificata o anche una prima classificata con 1 solo punto di vantaggio è giusto che se la giochi così, ma con un meritatissimo e soffertissimo vantaggio cumulato di ben 9 punti non accetto di mettere nelle mani di una singola partita un campionato dominato da capolista!!
Se il campo deve decidere lo deve fare prima con la stagione regolare, poi se il bari sarà bravo a ribaltare in 8 gare le posizioni di classifica, allora penseremo ai playoff, ma sicuramente non da primi in classifica!!

Io sinceramente non mi fido al momento del giudizio della Figc e ancor meno di chi pressa sottobanco, per il Bari sarebbe una gran vittoria perché con le prime ai playoff sarebbero 4 i posti in palio e non soltanto uno del normale format!!
Restiamo vigili, e soprattutto non accettiamo passivamente, se campo deve essere campo sia, ma non alle condizioni di chi lavora sottobanco come il bari!!

Giuseppe

LA REDAZIONE RISPONDE: Giuseppe, playoff per le prime non sta ne in cielo ne in terra, sarebbe certamente una violazione delle regole e non ci sarebbe alcuna tutela per Monza e Reggina sopratutto. La soluzione ideale era quella di finire il campionato e prevedere un mini playoff per la quarta promossa: altre strade sono tutte pasticciate.

Buonasera redazione

Come giustamente faceva notare un giornalista reggino, chi sostiene che il campionato non é ancora finito e tutto potrebbe succedere e pertanto anche le prime devono fare i playoff, a questo punto dal Bari all'Avellino nessuno avrebbe ad oggi la certezza dei playoff (a parte la Reggina). A tal proposito secondo il ragionamento dei quattro poveracci di turno la Reggina é giusto che faccia i playoff, ma da sola. Ripeto se in un campionato può capitare di tutto mi sembra palese che chi non ha la matematica di fare i playoff dovrebbe non farli.

Tanti saluti a quei quattro pagliacci.

Demetrio (Torino)

LA REDAZIONE RISPONDE: Una considerazione razionale Demetrio. Per questo motivo se proprio si deve giocare, si finisca prima il campionato stoppato l'8 marzo: altrimenti stop classifiche e zitti tutti.

Cara Redazione,

nella lettera di commiato dell'avvocato Andrea Gianni noto un senso di tristezza mista a delusione. Parole distaccate e di circostanza, invece, quelle del Presidente.

Quello che mi ha colpito in particolare nella nota dell'ex Direttore è il seguente passo:"...un ottimo Dirigente e Professionista è colui il quale riesce a far esprimere al massimo i proprio collaboratori... : quando viene meno qualcosa allora il tempo è concluso." L'avvocato ha detto e non ha detto.

Cosa è venuto meno? Come mai la società non ha emanato un comunicato ufficiale come di solito avviene in circostanze simili? Eppoi, perché si è aspettato tanto, visto che era stato deciso l' 8 Maggio u.s.? In circa un anno abbiamo assistito alle "dimissioni" di due direttori generale. Cos'è che non rende stabile la permanenza di questa figura in riva allo stretto? Ci sarà un nuovo Direttore Generale? Sono tante le domande che mi pongo e vi pongo. Cosa ne pensate?

Grazie per la vostra ospitalità.

Giapeto

LA REDAZIONE RISPONDE: Caro Giapeto, con questa email squarci in un "mondo". E' del tutto evidente che non si è trattata di separazione indolore e da "amici come prima". Almeno tra l'avvocato Gianni e altri componenti dello staff: lo sanno pure le pietre, modestamente lo abbiamo detto più volte in tempi non sospetti. Considera che l'avvocato Gianni è stato "bannato" da qualsiasi house organ o simil tale e nessuno più si è prodigato in elogi sperticati dell'avvocato da buttare in pasto ai social:  tuttavia, parlare non dicendo, tacendo anzi quello che tacere non si dovrebbe, non sarebbe conforme alla dignità di qualsiasi uomo libero, eppure tutto ciò, in questa piazza, è avvenuto in queste ultime settimane. Pazienza, ognuno ha la moralità che si ritrova. Sull'eventuale nuovo direttore generale, con le nostre modestissime fonti (considera che non abbiamo affatto problemi a dire che i rapporti con il club sono nulli, quanto meno ad "alti livelli", prima volta in dieci anni che accade questo!!!), la soluzione privilegiata è quella "interna".