Reggina, Baroni: "Grande prestazione, peccato per le occasioni. Ora chiudiamo alla grande"

07.05.2021 16:32 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
Reggina, Baroni: "Grande prestazione, peccato per le occasioni. Ora chiudiamo alla grande"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giacomo Morini

Marco Baroni, allenatore della Reggina, ha parlato su una piattaforma da remoto dopo il pareggio sul campo del Lecce:

"I ragazzi meritano grandi complimenti, oggi sono stati davvero bravi e non avevo dubbi. Siamo diventati squadra trovando grandi risorse mentali e fisiche, oggi abbiamo sbagliato sottoporta contro una squadra di grande qualità. Peccato aver costruito tanto e aver sprecato, ma è bello il fatto che la squadra ha entusiasmato quest'oggi, ho visto una squadra che ha dato tutto, che ha fatto giocate di qualità. Abbiamo un'altra partita e vogliamo chiudere con una vittoria".

Continua Baroni: "Siamo venuti a Lecce con personalità, abbiamo attaccato alto, abbiamo messo sotto il Lecce. Edera? La dinamica dell'incidente non ci lascia tranquilli, peccato perché lui stava trovando continuità".

Aggiunge Baroni: "Non è facile cambiare i percorsi di una squadra quando si subentra. Abbiamo costruito qualcosa d'importante, c'è un pò di rammarico per essere stati ad un passo dall'impresa. Era fondamentale trasferire emozioni, Reggio ha voglia di calcio, fame di emozioni e questa squadra ha dato ai suoi tifosi tante emozioni. Quando sono arrivato a Reggio c'era una situazione particolare, ma mattoncino dopo mattoncino abbiamo costruito questa grande impresa, mettendo sotto anche grandi squadre".

La sosta forzata ha pesato: "Non ha influito, ma è anomalo aver giocato tante gare in pochissimi giorni. Però oggi abbiamo avuto grandi occasioni per fare gol, non ci voglio pensare... Pensiamo alla prossima partita, voglio un'altra prova importante da parte di questi ragazzi. Non recriminiamo ulteriormente, ma solo tanti complimenti alla squadra".

Sul futuro: "Il presidente ha detto che bisogna essere in due ed è vero. Io sono arrivato qui per una sfida a me stesso, non ho fatto mezza richiesta dal punto di vista tecnica. Ma c'è ancora una partita, per me non ci sono partite ininfluenti. Non voglio parlare di me, ci sarà il tempo per fare tutte le valutazioni del caso".

Sulla vicenda di Mancosu: "Voglio fare i miei auguri e i complimenti per la sua grande forza morale, è un esempio per tutti".