Reggina, Baroni alla vigilia del Pisa: "Servono forze fresche. Ripartiamo subito"

05.03.2021 13:20 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Reggina, Baroni alla vigilia del Pisa: "Servono forze fresche. Ripartiamo subito"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano

Marco Baroni, allenatore della Reggina, ha parlato in una conferenza da remoto alla vigilia della partita contro il Pisa:

"Sono stati giorni importanti, perché abbiamo recuperato e lavorato. Abbiamo analizzato attentamente la gara, su quello che abbiamo fatto e su quello che non abbiamo fatto e su quello che dobbiamo fare. Ci presentiamo su un campo complicato, contro una squadra in salute, che corre e per fare risultato servirà una prestazione di livello mentale e fisico importante. Non siamo scesi in campo con presunzione contro l'Empoli, ma loro erano un'avversaria complicata, noi non siamo stati reattivi dal punto di vista mentale: senza quel tipo di atteggiamento, in B vai in grande sofferenza".

Aggiunge Baroni: "Ora conta ripartire e non aver perso il filo conduttore delle prestazioni. La partita contro l'Empoli ci deve dare una sola indicazione, farci capire quello che siamo noi. Non cancello nulla, ma ora è giusto mettere dentro qualcosa di nuovo, sopratutto per quei calciatori che hanno voglia di dimostrare qualcosa".

Sulle scelte di Baroni: "Ho confermato la squadra contro l'Empoli perché mi sembrava giusto, da punto di vista motivazionale, ma nella terza partita di fil occorre qualche cambio. Contro l'Empoli ho visto qualche calciatore stanco, abbiamo corso molto, ma lo abbiamo fatto molto disuniti. Noi dobbiamo sempre stare dentro la partita, compatti, motivati".

Sulle assenze: "Fuori Kingsley, Faty e Menez, lui oggi non ha preso parte all'allenamento e lo lasciamo a casa. Edera si è fermato e va valutato".

Sulla quota salvezza: "Mancano molti punti, è difficile fare previsioni. Le si potranno fare nelle ultime sei-sette partite: penso che si dovrà andare a 45-46 punti, non giù di lì. Tutte le squadre sono attrezzate, tutte danno battaglia. Noi non dobbiamo guardare risultati degli altri, ma pensiamo a noi e incrementiamo le prestazioni di squadra e quelle individuali. In questa fase in cui c'è un pò di affaticamento, dobbiamo essere bravi a gestire la situazione".