PENSIERI IN LIBERTÀ - NOI NEL CORONAVIRUS

27.05.2020 21:55 di Il pensiero di Demis   Vedi letture
PENSIERI IN LIBERTÀ - NOI NEL CORONAVIRUS

PENSIERI IN LIBERTÀ - NOI NEL CORONAVIRUS
 

- Il presidente Conte continua a dire che " il Virus è ancora in circolazione e dunque nessuno pensi che siano saltate le regole di precauzione."
- Facendo al contrario la strada è segnata,"la curva dei contagi risale" e gli sforzi di quasi 3 mesi di tutti gli Italiani vanno a farsi.....fregare.
- Il Ministro Boccia dichiara:"Abbiamo vinto la prima battaglia e rimesso il Paese in sicurezza.Il Governo sta seguendo la situazione con la massima attenzione ed è pronto ad intervenire se si dovessero verificare situazioni preoccupanti".
- Intanto,in Lombardia ed in qualche altra regione,si valuta di una nuova chiusura se gli apericena andranno avanti in libertà,senza regole,in modo sconsiderato.
- Il Ministro dichiara,con le dovute preoccupazioni che la responsabilità della "riapertura" è demandata alle Regioni.
- Mah....Ci sentiamo spaesati,smarriti nel leggere queste dichiarazioni che potrebbero rappresentare,in caso di nuova pandemia,un clamoroso,triste e stravolgente "scarica barile".
- Vi spieghiamo il nostro punto di vista.
- Conte dice che ancora non è finita! O.K.
- Boccia dichiara che il Paese è stato messo in sicurezza! O.K.
- Probabilmente noi vediamo un'altra realtà.
- 1) Se fosse vero che c'è ancora un'alta probabilità di contagio le Istituzioni nazionali e locali dovrebbero obbligare l'uso delle mascherine e,forse,anche dei guanti.
- 2) L'uso della mascherina,da quello che vediamo in giro,è "a piacere".
- 3) In tanti,che hanno la "la testa sulle spalle" la utilizzano,ma,anche,in tanti....ed oltre non la utilizzano.
- 4) Allora vogliamo decidere,una volta per tutte,sull'uso o meno della mascherina?
- 5) Oppure aspettiamo da spettatori di apprezzare le persone sensate e lasciamo liberi gli spavaldi,quelli che si sentono onnipotenti,quelli che vanno in giro "mettendo il petto in fuori" per dimostrare di essere i più forti,i più intelligenti,i più belli,con la presunzione di essere i migliori?
- 6) Dobbiamo aspettare che questi "scienziati",senza rispetto,incuranti del Prossimo,ci riportino,malauguratamente,nella fogna?
- 7) Allora decidiamo, se la mascherina è obbligatoria si devono fermare tutti coloro che non la usano,accertarne l'identità e multarli.Uno per uno e nessuno escluso!
- 8) Lanciamo un'idea,non conoscendo le leggi,proponiamo di ritirare i documenti personali a tutti coloro che non rispettano le regole e restituirli dopo che hanno dimostrato di aver pagato.Probabilmente ciò è irreale,ma fateci l'illudere che si può sognare un mondo migliore.
- 9) Se,invece,le cose stanno diversamente e le mascherine non servono,evitiamo di trovare quelle più adatte e/o quelle più economiche.
- 10) Nel contempo dobbiamo tutti prendere contezza che nel caso che,speriamo mai,questo "mostro" dovesse ritornare per tutti noi,probabilmente,non ci sarà più scampo.
- L'economia,specialmente al Sud,malata da anni ed ormai  in "terapia intensiva" da tempo,si dovrà preoccupare di organizzare per tempo il suo "funerale";caso contrario,aihnoi,rischiamo di vederla portare al cimitero,o nelle fosse comuni,con i camion di triste recente memoria.

MEDITATE GENTE,MEDITATE! AI POSTERI L'ARDUA SENTENZA!