L'angolo dei Tifosi, Reggio Calabria tra campo e altri discorsi: le vostre mail

23.11.2023 11:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
L'angolo dei Tifosi, Reggio Calabria tra campo e altri discorsi: le vostre mail
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

Dopo il disastro degli ultimi tre anni, la Reggina riparte da La Fenice Amaranto. Una scelta maturata a margine delle consuete polemiche e elucubrazioni, sintomo di un malessere sociale che va oltre il calcio.

Continuiamo a dare voce ai tifosi amaranto, dopo la prima parte di campionato, con il campo unico giudice inappellabile, quanto meno a livello calcistico. La squadra è reduce dal pareggio di Agrigento.

Scrivete il vostro pensiero a tuttoreggina@libero.it e pur rispettando il parere di tutti, invitiamo si anche ad essere critici, ma con lucidità e oggettività.

Tante mail ricevute, le stesse saranno pubblicate a PUNTATE: grazie di cuore a tutti, anche per gli attestati di stima che fanno ENORME piacere.

                                                                              ***************************************

Caro Direttore,

non è passata un'eternità dalla fine della funesta gestione del signor Gallo (un anno e mezzo) conclusasi tutt'altro che

orgogliosamente con  l'arresto dell'ex  patron e dalla gestione non proprio esemplare, è solo un eufemismo, (circa tre mesi) del signor Saladini, eppure qualche  tifoso rimpiange di non aver avuto una potenziale società che  non avrebbe fornito le dovute garanzie e di cui avrebbe fatto parte un certo signore che ha grossi problemi con la giustizia. Forse perché si lasciano influenzare da  qualche suo "collega" che spinto probabilmente da interessi politici, mette in secondo piano il bene della prima squadra di calcio della città ?  Finito il tempo dei comunisti, la terza narice di "guareschiana" memoria è diventata prerogativa di altre realtà.

Teste Vuote, o Smemorati ?

Grazie

Cordiali Saluti 

Pietro

                                                                              ***************************************

Spett.le Redazione, dopo Pratico' sono cambiati tre presidenti, ma chissà perché le porte del Sant'Agata rimangono sempre chiuse a stampa e tifosi. La squadra non era della città? Distinti saluti

Giorgio D

                                                                              ***************************************

Buongiorno, 

Preferisco evitare di parlare di calcio giocato, si è già detto abbastanza, questa stagione la vedo di transizione, troppe problematiche iniziali, una squadra fatta in poco tempo... Nemmeno malaccio visti i tempi ma non ai livelli delle favorite che tra l'altro stanno volando... Sarebbe piacevole arrivare ai playoff per quanto non servono a nulla, anche per soddisfazione, ma l'obiettivo spero possa essere quello di fare campionato da protagonista e partire per vincere l'anno prossimo... 

La mia domanda piuttosto è un'altra, o forse meglio definirlo l'ennesimo sfogo... Per qualche mese il tema saladini era stato accantonato, con il tempo fortunatamente te ne fai una ragione... Dopo la vicenda Lamezia, il nostro eroe torna a far parlare di sé, ovviamente mai per cose positive, non sia mai che possa nevicare... E ritorna la rabbia galoppante!!! 

Allora la mia domanda, sempre la solita... Possibile che in una società civile, dove chi sbaglia paga, questo essere possa continuare a fare il bello e cattivo tempo, rovinare piazze, tradire intere cittadine, senza che nessuno faccia nulla?possibile non ci sia un modo per fargli pagare tutte le sue malefatte? 

Noi siamo in D per colpa sua, noi soffriamo e solo immaginare quel falso sorriso mi fa venire l'ulcera, perché tutto ciò è permesso? 

Fino a quando sta gente non sarà punita per i propri errori continuerà a fare ciò che crede senza ritegno, non lo trovo giusto... 

Un saluto. 

Paolo

                                                                              ***************************************

Buon giorno a tutti torno a scrivere per una questione umanitaria anche se di riflesso c'è sempre la nostra amata REGGINA. Abbiamo appreso della scomparsa della mamma del mitico e grande capo ultrà storico Carminello, che con le sue capacità ha reso la nostra curva una delle migliori e più conosciute in Italia. Sappiamo tutti cosa significa, cosa rappresenta la mamma, una parola che solo a pronunciarla mi fa' emozionare. E posso immaginare cosa sta' provando in questo momento. Nel mio piccolo vorrei far arrivare la mia vicinanza ricordando 2 aneddoti che vedono protagonista Carminello. Ero in curva ovviamente come sempre... prima volta della Juve al Granillo.... entrano per il riscaldamento...uno stadio in fermento... Luì blocca tutti e dice queste parole che ancora a ricordarle mi vengono i brividi...." Loro sono la Juve, la squadra più forte.... NOI siamo la curva più bella.... facciamoglielo vedere.." ...Un boato, un emozione che mi è entrata dentro e che ricordo ancora. L'altro episodio risale all'anno della promozione, quella con Bolchi allenatore.... perdiamo 3 0 a Verona con il Chievo, la domenica successiva in casa con l'Atalanta....la squadra fa' il torello.... posso immaginare il loro stato d'animo dopo una sconfitta del genere...... salta Carminello in campo, gli strappa letteralmente il pallone, e li porta sotto la curva per fargli sentire la vicinanza della curva. Sono episodi che ricordo sempre con emozione quelli che la Reggina e tutti coloro che hanno gravitato intorno mi hanno regalato e che devono far capire cosa significa essere tifosi della Reggina. E chiudo ovviamente con un ideale abbraccio a Carminello.

Peppe