L'ANGOLO DEI TIFOSI, il pensiero dei supporters amaranto: le vostre mail

30.11.2020 11:35 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
L'ANGOLO DEI TIFOSI, il pensiero dei supporters amaranto: le vostre mail
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

La Reggina rimedia la quarta sconfitta consecutiva e continua la sua discesa nella classifica della serie B.

Cosa ne pensate? Dite la vostra e partecipate al dibattito su TuttoReggina.com. Non interverremo in merito ai pareri dei tifosi, salvo per informazioni erronee: ognuno può dire la propria, naturalmente con educazione e rispetto.

Non solo la parte sportiva, ma anche le questioni extracampo: a voi la parola.

Continuate a scriveteci alla mail tuttoreggina@libero.it

Buon giorno, leggo i commenti riportati sul vs. giornale, è trovo ingiusti gli attacchi fatti su toscano, non che io voglia difenderlo, ci siamo già dimenticati come faceva giocare la squadra lo scorso anno ? Non è che ha problemi di organico?

Dove sono le punte? Abbiamo scelto gente inadeguata e/o rotta, e allora........

Fortunato Verduci

Gentile redazione

In ambito aeronautico quando si indaga su un incidente o un inconveniente di volo si riscontra sempre un insieme di cause definito  "catena degli eventi" che include errori e/o omissioni da parte di tutti gli attori senza trascurare problematiche di natura strutturale. L'istituto della "sicurezza volo", che analizza quanto accaduto, ha il fine di mettere in atto tutte le strategie atte ad evitare che un evento si ripeta. A tal fine è necessario che ci sia consapevolezza e trasparenza su quanto successo. Mi scuso per essermi dilungato su una questione extra calcistica che sembra non azzeccarci alcunché.
Volendo analizzare in maniera analoga quanto sta succedendo alla Reggina credo si sia verificata una situazione che rappresenta appieno la più classica della catena degli eventi.
Infortuni, decisioni arbitrali, atteggiamento sconsiderato da parte di atleti che ne provocano l'espulsione (sacrosante le seconde ammonizioni di Crisetig e Folorunsho), scelte tecniche sbagliate a partita in corso ed ultime, non certo per importanza,  errate valutazioni in corso di calcio mercato che sono già state ben spiegate dalle diverse testate giornalistiche, Voi compreso.
L'anno scorso la catena degli eventi, quella volta positiva, è iniziata con il goal allo scadere di Corazza con il Catanzaro, quest'anno, negativa, con il pareggio dell'Entella allo scadere. Da allora tutti episodi che hanno determinato la nostra classifica.
Come se ne esce?
Di sicuro spezzare la catena risulta indispensabile per infondere serenità all'ambiente e per il mantenimento della categoria.
Scegliere quale anello spezzare per interrompere la catena tocca alla dirigenza.
Non sarà facile ma questa volta il nostro Presidente deve svestire i panni del tifoso ed indossare quelli da  imprenditore. La sapiente gestione delle risorse che in questo momento gli viene richiesta dovrà andare oltre ogni tipo di sentimentalismo e dettare un cambiamento di rotta. Quello stesso sentimentalismo  limita, anzi a volte inquina, l'obiettività come spesso accade nei  commenti di noi tifosi.
Mi dispiacerebbe venisse presa la decisione più facile...
Cosa ne pensate?
Cordiali saluti e forza Reggina.

Giuseppe da Rovigo

LA REDAZIONE RISPONDE: Analisi lucida e condivisibile. Però a nostro avviso, non è Gallo che deve risolvere i problemi tecnici: lui al massimo può dare l'input di un intervento sul calciomercato e mettere a disposizione le somme adeguate o decidere di cambiare la parte tecnica. Se ne esce innanzitutto facendo i fatti e i risultati sul campo. Non ha neanche molto senso, oggi, licenziare le figure tecniche che invece possono risolvere problematiche di campo e eventuali problemi di spogliatoio. Allo stesso tempo bisogna cercare di non aggravare la crisi, con decisioni che possano costituire ulteriori errori economici e tecnici. A nostro modestissimo avviso, bisogna ripartire dal primo tempo di Monza, blindare la difesa, evitare espulsioni e portare a casa più punti possibili.

Vorrei rispondere alla redazione che nella mia lettera di oggi ho citato il controllo di Gallo sulle riflessioni e sull'operato di Toscano e Taibi non deve essere ovviamente tecnico anche perché il fatto di mandare in ritiro solo i due artefici di questa situazione è solo una metafora che non è realizzabile.

Da presidente però deve pretendere delle risposte serie e esaurienti riguardo la mancanza di risultati che stanno avvenendo e cercare insieme a loro di trovare il modo per uscirne al più presto.

Se Toscano e Taibi riconoscono o affermano che non sono in grado di trovare altre soluzioni con la rosa a disposizione allora Gallo deve intervenire drasticamente come è stato fatto l'anno scorso con Drago.

F. L.

LA REDAZIONE RISPONDE: Però non possono essere solo Taibi e Toscano i responsabili delle difficoltà. Chiaro che loro ci mettono la faccia perché hanno fatto le scelte dei rispettivi ambiti, ma Taibi ha operato sul mercato in base ad un determinato budget messo a disposizione dal club. Tra Pettinari e Vasic (massimo rispetto per il ragazzo, che magari ci smentirà e farà 20 gol), Taibi si sarebbe fiondato ad occhi chiusi sull'ex Trapani. Licenziare ds o allenatore è la strada più semplice, siamo sicuri che è quella che può cambiare la situazione? Con un altro allenatore Denis, Lafferty o Vasic segnerebbero gol a valanga e si eviterebbero espulsioni stupide come quelle di Crisetig o Folorunsho?

Gentile redazione in merito all'attuale situazione della squadra amaranto penso che i demeriti si possono sintetizzare in due fattori:

Il primo riguarda gli errori dal dischetto del nostro migliore giocatore DENIS.

Il secondo riguarda il mercato degli attaccanti non adatti per vari motivi.

Secondo la mia personale opinione purtroppo occorre pure dire che Toscano non ha mai potuto schierare il 3/4/1/2 per mancanza di due punte titolari dovendo adattare una difficile convivenza tra Bellomo e Menez che l'ho hanno impedito essendo sempre utilizzati da titolari e questo dualismo e' deleterio per il gioco equilibrato cui Toscano ci ha abituato e cioè il il 3/5/2. Spero si risolva subito la situazione un cordiale saluto.

Lucio

LA REDAZIONE RISPONDE: Decisamente d'accordo!

Buongiorno,la grave crisi di gioco che la squadra sta attraversando è sotto gli occhi di tutti, capisco che la crisi economica delle società di calcio non permette grossi investimenti,le sconfitte ci possono stare,la nostra rabbia è nel vedere che non riusciamo a tirare in porta,non esiste un gioco offensivo,Toscano manca di coraggio nel fare giocare la squadra,la rosa è buona ,non mi sembra che il Venezia, oppure la Salernitana, hanno dei grandi campioni,il merito che deve avere un allenatore saper sfruttare i propri giocatori, Toscano deve trovare il coraggio di cambiare il modo di giocare,la società non perda altro tempo,la mia paura che nei giocatori ci sia una grande sfiducia sul mister,un caro saluto

Marco