ESCLUSIVA TUTTOREGGINA - Filippo Galli (responsabile sett.giovanile Milan): «Ho fatto i complimenti a Foti per Comi»

L'ex bandiera rossonera: «Reggio è l'ambiente ideale per il ragazzo»
11.07.2012 23:15 di Danilo Mancuso   Vedi letture
ESCLUSIVA TUTTOREGGINA - Filippo Galli (responsabile sett.giovanile Milan): «Ho fatto i complimenti a Foti per Comi»
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di PhotoViews

Tra i volti nuovi presenti al Sant’Agata in questi primi giorni di ritiro e maggiormente attenzionati da tifosi e addetti ai lavori, c’è quello di Gianmario Comi. Attaccante di primo pelo, ma coi numeri dalla sua parte: 27 gol in 25 presenze nella Primavera del Milan costituiscono il pedigree col quale il figlio d’arte si è guadagnato la possibilità di approcciarsi al professionismo con la Reggina in serie B. In controtendenza con la linea societaria tenuta negli ultimi anni, il presidente Lillo Foti ha ingaggiato questo giovane centravanti in prestito secco, l’unica formula possibile considerato che il suo cartellino è in comproprietà tra Milan e Torino.

Un’operazione con la quale ha strappato i complimenti di Filippo Galli, ex bandiera del Milan degli anni ‘80 e ’90 e attuale responsabile tecnico del settore giovanile rossonero. Che, questa mattina, ha incontrato Foti all’Ata Hotel di Milano. Non hanno parlato di mercato, è pronto a giurare Galli, intervistato in esclusiva da TuttoReggina.com: «Col presidente Foti – spiega – c’è un buonissimo rapporto di reciproca stima, quando ci incontriamo lo saluto sempre con grande piacere. Questa mattina ci siamo solo salutati, e poi gli ho fatto i complimenti, perché ha preso un giocatore bravo, che in prospettiva può far bene».

Nonostante i gol segnati a grappoli nelle giovanili granata prima e rossonere poi, qualche spontaneo dubbio sorge sull’affidare il peso dell’attacco a un giovane (classe ’92) che con la maglia amaranto si approccerà per la prima volta al professionismo. A Galli, che conosce molto bene Comi, abbiamo dunque chiesto che tipo di campionato si aspetta dall’attaccante: «Il pronostico – risponde il dirigente meneghino – è chiaramente legato all’affetto che ho per il ragazzo e alla stima dal punto di vista professionale e tecnico. È un giocatore che l’anno appena concluso in Primavera ha fatto cose importanti. La serie B è un campionato difficile, però credo che Reggio sia l’ambiente ideale, può fargli solo bene. Auguro di tutto cuore a lui e alla Reggina che riesca a dimostrare il suo valore».