Il balletto degli stipendi, Tommasi: "Dobbiamo tutelare i redditi più bassi"

05.04.2020 13:32 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il balletto degli stipendi, Tommasi: "Dobbiamo tutelare i redditi più bassi"

La Reggina ha oramai risolto la questione stipendi, decidendo di non tagliare a nessuno dei suoi tesserati gli emolumenti, ma il resto dei club resta ancora in mezzo al guado.

Nuovo intervento del presidente AIC Tommasi, stavolta a rainews24, che sottolinea:

"Il taglio degli stipendi non è un tema da discutere in consiglio federale ma con le varie Leghe. Con la Lega Pro abbiamo fatto passi avanti, con la Lega di A al momento abbiamo soltanto discusso dello spostamento di alcuni termini fissati in Accordo Collettivo. Ci saranno tempi e modi per trovare delle intese, i calciatori sicuramente faranno la loro parte”.

Continua Tommasi: “La nostra preoccupazione è quella di tutelare i redditi più bassi, non solo quelli dei calciatori di Lega Pro, campionato dove il 70% di loro guadagna meno di 50mila euro lordi annui, ma anche dei dilettanti e del calcio femminile. Dobbiamo capire se le risorse che si riescono a risparmiare nel sistema possano servire da copertura per gli stipendi minori. Sono tantissimi ragazzi che oggi non hanno una prospettiva davanti perché non sanno quando e se si tornerà a giocare: il rischio di chiudere anticipatamente è alto e per molti che vivono di calcio è un problema”.