Giornalisti sotto attacco a Caserta: la ricostruzione della vicenda

06.06.2020 20:48 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
Giornalisti sotto attacco a Caserta: la ricostruzione della vicenda

Inquietante episodio di cronaca a Caserta. Alcuni colleghi giornalisti sono stati letteralmente aggrediti da ignoti mentre attendevano nella sala stampa dello stadio Pinto la conferenza stampa di presentazione del nuovo dg della Casertana Todaro.

Piena solidarietà ai colleghi e va sempre tenuta alta l'attenzione sulle condizioni di lavoro della stampa libera.

Di seguito la nota dell'USSI Campania in merito alla vicenda:

"Giornalisti aggrediti prima della conferenza stampa della Casertana allo stadio “Alberto Pinto”. L’episodio è avvenuto prima della conferenza stampa della presentazione del direttore generale della Casertana, Vincenzo Todaro, in programma nella sala stampa. Tre persone incappucciate sono entrate di soppiatto hanno aperto gli estintori scaricandoli sui giornalisti e lanciando sedie all’indirizzo dei presenti. Sono stati colpiti i colleghi Armando Serpe, Nico Marotta, Pasquino Corbelli ma anche la moglie del presidente della Casertana Giuseppe D’Agostino, che era in prima fila in attesa dell’inizio della conferenza stampa. L’episodio segue alcune contestazioni che in questi giorni hanno animato uno scontro strisciante tra tifosi e organi di stampa con l’esposizione di striscioni di minacce contro i giornalisti. Chiediamo alle forze dell’ordine indagini rapide e la garanzia della sicurezza e del diritto di cronaca all’interno e fuori lo stadio della Casertana. Così come è necessaria da parte dei dirigenti della squadra più responsabilità. Proprio nei giorni scorsi il presidente aveva attaccato i giornalisti"

Di seguito la nota del club campano:

"La Casertana FC condanna fermamente l’azione posta in essere da ignoti presso la sala stampa del Pinto e manifesta tutto il suo disappunto per i fatti che hanno reso impossibile lo svolgimento della programmata conferenza di presentazione del direttore generale Vincenzo Todaro. L’episodio, fortunatamente, non ha portato conseguenza alcuna per gli operatori dell’informazione e i rappresentanti della società presenti in sala. Il programmato appuntamento con i giornalisti si ritiene rinviato a data da destinarsi".