LA STRADA VERSO LA RINASCITA, LA STORIA DAL 2015 ALLA B, settembre-novembre 2015, la tristezza dei "derby", i 3000 eroi abbonati, la Reggina Calcio tra calcio giovanile e penalizzazioni

SECONDA PUNTATA DELLA LUNGA STORIA DELLA RINASCITA DELLA REGGINA: SPAZIO AI MESI LUGLIO-AGOSTO 2015
06.07.2020 13:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
LA STRADA VERSO LA RINASCITA, LA STORIA DAL 2015 ALLA B, settembre-novembre 2015, la tristezza dei "derby", i 3000 eroi abbonati, la Reggina Calcio tra calcio giovanile e penalizzazioni

Un lungo cammino, con tanti volti amici e molti avvoltoi. In ogni caso, il traguardo della B è stato raggiunto, la Reggina è finalmente rinata e se lo scatto decisivo è stato compiuto da Luca Gallo, a portare le borracce e ad iniziare il lungo "tappone" è stato il sodalizio creato nel luglio 2015 dopo la non iscrizione al campionato di Lega Pro 2015-2016, successivamente dalla famiglia Praticò e da qualche altro imprenditore reggino, seppur in quote minori.

Per fortuna, nonostante tentativi di mettere i bastoni fra le ruote, la Reggina 1914 è riuscita ad evitare la sparizione definitiva.

Seconda puntata de " La strada verso la rinascita": CLICCA QUI PER CONSULTARE IL RACCONTO DEI MESI DI LUGLIO-AGOSTO 2015

28 novembre - Il presidente Praticò parla dei costi sostenuti per la rinascita del calcio a Reggio: "L’investimento è stato notevole dal punto di vista economico, quasi 400 mila euro complessivi, ma l’importante è aver riportato il calcio a Reggio Calabria".

22 novembre - Prima vittoria fuori casa per la nuova ASD Reggio Calabria: successo per 0-1 sul campo dell'Agropoli, in gol Riva. Ma che ne sanno...

20 novembre - Il patron della Palnese, Carbone, vuole entrare nella nuova Reggio Calabria, ma parole che poi resteranno su carta:"Si, sono pronto ad entrare nel nuovo progetto di rinascita della Reggina. Sono tifoso reggino da sempre. Porterò le mie idee e la partecipazione, per un progetto che non deve avere imperatori".

19 novembre - "I tifosi della Reggio Cal, appurata la dolorosa divisione nei settori Curva Sud e Tribuna Est, hanno annunciato che a partire dalla gara in trasferta ad Agropoli, si riuniranno tutti nello stesso settore e tutti sotto le stesse bandiere", si legge in una nota dei gruppi dei tidfosi amaranto, che si sono divisi nell'ultimo anno della fu Reggina Calcio..

15 novembre - La squadra intanto prova a risollevare la testa: rimonta esaltante in casa contro la Palmese, 4-3 il finale.

13 novembre - PRIMO DERBY DELLA STORIA REGGINA-REGGIO CALABRIA - Altra macchia della storia della Reggina: Primo "derby" della storia tra due società reggine che si rifanno alla gloriosa storia della Reggina, categoria Esordienti 2003: uno shock all'anima e al cuore.

3 novembre - RECORD REGGINA CALCIO 1986: PENALIZZAZIONE PUR SENZA PRIMA SQUADRA - Il Tribunale Nazionale Federale ha sanzionato la penalizzazione di 8 punti per la Reggina Calcio, qualora la squadra dovesse iscrivere una Prima Squadra ad un campionato organizzato dalla FIGC e inoltre ha inflitto un'ammenda di 9 mesi e 15 giorni per il patron Foti, oltre 500 euro di ammenda, per la questione relativa ai vari deferimenti dei mesi scorsi, che riguardano in primis i vari incentivati all'esodo che non hanno ricevuto le loro spettanze". Insomma, se la vecchia Reggina Calcio 1986, con matricole, loghi e emblemi, avrebbe voluto iscriversi alla Quarta o Quinta Categoria, sarebbe partita con 8 punti di penalità e con....meno 30 milioni di euro.

2 novembre - LA REGGINA CALCIO 1986 NON SI ARRENDE. CON IL FAVORE DELLE TENEBRE - "La Reggina Calcio conferma e ribadisce che l’unico suo progetto è rivolto esclusivamente ad esaltare le caratteristiche di Casa Sant’Agata ed essere di supporto alla formazione dei giovani.
E’ questo lo spirito che l’ha portata a sottoscrivere una sinergia con la Juventus e l’obiettivo di un accordo con la Federazione per confermare Casa Sant’Agata quale centro di eccellenza rivolto alla formazione che dia opportunità ai giovani del territorio, e non solo, di poter sviluppare un percorso professionale", scrive il club che non si è iscritto alla Lega Pro a luglio. Poi tutto svanirà nottetempo, come era stata divulgata: con il favore delle tenebre..

11 ottobre - RC ko anche al Lorenzon di Rende, 2-1 sul campo. Ma il GS capolverà l'esito a causa della posizione irregolare di un calciatore biancorosso.

30 settembre - La gara contro la Vigor Lamezia si giocherà a porte chiuse per decisione del GS dopo il comportamento dei tifosi amaranto durante la sfida di Roccella

27 settembre - In campo va malissimo. Tre sconfitte di fila tra Roccella, Leonfortese e Cavese

24 settembre - ASD REGGIO CALABRIA NON HA CENTRO D'ALLENAMENTO -  Enormi problemi per la nuova ASD Reggio Calabria, che non trova una struttura adeguata per allenarsi. Il Sant'Agata è stato "occupato" dalla vecchia Reggina Calcio, comunque ancora in vita, seppur solo a livello giovanile, il Centro ex Hinterreggio sotto sequesto e squadra dunque costretta ad allenarsi tra Cittanova e lo stadio Granillo: non cambierà nulla per tutta la stagione

"Non vogliamo fare movimenti clamorosi.  Aspetteremo ancora delle risposte per qualche giorno, poi valuteremo il da farsi. E’ impensabile che ci sia dovuti allenare un mese a Cittanova per la mancanza di un campo, così come ci si continui ad allenare al Granillo", sottolinea in quesi giorni il massimo dirigente Praticò.

23 settembre - Il punto più basso della storia amaranto è stata la coabitazione, seppur a livello giovanile, tra la vecchia Reggina Calcio, sempre più vicina al baratro, e la nuova ASD Reggio Calabria: solo a pensarci ci viene il voltastomaco.

13 settembre - PRIMA VITTORIA DELLA NUOVA ASD REGGIO CALABRIA - Grazie ad un gol di Arena, la nuova ASD RC batte 1-0 la Sarnese e conquista la prima vittoria della stagione

11 settembre - UN'IDENTITA' E UN'UNITA DA RITROVARE: IL CAMPIONATO DEI GRUPPI ORGANIZZATI AMARANTO - Ecco un nostro articolo sulla situazione dei tifosi amaranto, in particolare quelli della Curva: "Domenica l'esordio casalingo della Reggio Calabria e oltre alle evoluzioni sul campo della squadra di Cozza, l'attesa è anche per lo spettacolo sugli spalti. Nonostante i "professori di troppo ottimismo", il tifo amaranto, specialmente quello organizzato, vive un momento di incertezza e difficoltà, con un'identità tutta da trovare con la nuova realtà da appoggiare. Tra proclami social, annunciati addii, rinnovata fede, ancora bisogna capire la "composizione" dei gruppi Ultras amaranto, nella speranza di non dover più assistere alle divisioni dell'ultima stagione calcistica. La società di Mimmo Praticò e soci, ha ben capito quanto più essere da traino e persino fare la differenza, l'unità degli Ultras. Magari lungo il cammino, la Reggio Calabria farà innamorare i bistrattati tifosi amaranto e ritroverà i bei tempi del dodicesimo uomo".

8 settembre - VECCHIO e NUOVO A COLPI DI SCUOLA CALCIO - Ricordiamoci di quelli che hanno lottato per ostacolare la rinascita di quella che oggi è la Reggina 1914, ecco il nostro articolo in merito al dualismo tra la nuova Reggina e la fu Reggina Calcio: "Presentata ieri, l'attività del settore giovanile della ASD Reggio Calabria. Nomi importanti coinvolti nel progetto della neonata società, vale a dire Campolo, Armenise e Franceschini, in che veste lo si capirà più in là. Fa però riflettere e mica poco, questa "guerra civile" a colpi di scuola calcio, tra chi tiene ancora in piedi la Reggina Calcio e il nuovo sodalizio. Fa riflettere perché disperdere in più rivoli le importanti professionalità che entrambe le realtà possono annoverare, a nostro avviso significa farsi del male. Anche nella storia recente della Reggina, molti personaggi di qualità sono stati tenuti ben lontani da ruoli nel club amaranto, oggi si va invece configurando uno scenario "balcanico" tra vecchio e nuovo. L'augurio è che davvero non sia una lotta senza quartiere su qualche giovane o bambino da accaparrarsi, ma che davvero ci si possa mettere al servizio della collettività".

7 settembre 2015 - 2500 ABBONAMENTI - Non dimenticheremo mai tutti coloro che hanno sottoscritto gli abbonamenti per la stagione di D, in questa data arrivati a 2500. Molti dei quali sottoscritti nonostante l'impossibilità di usufruirne: questo è amore, non le baggianate su matricole e loghi.