Gaz.Sport: "Reggina, ecco i nuovi gol. Scatto verso la B, è festa in casa Paolucci"

09.03.2020 11:35 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Gaz.Sport: "Reggina, ecco i nuovi gol. Scatto verso la B, è festa in casa Paolucci"

"Reggina, ecco i nuovi gol. Scatto verso la B, è festa in casa Paolucci", titola oggi Gazzetta dello Sport.

"Ha trovato gol inediti, la Reggina, per tornare a sorridere e allungare sugli inseguitori. Toscano, in attesa del posticipo di questa sera del Bari, ha rispedito Vivarini a -10. Nel freddo dello stadio di Potenza sono arrivate le prime gioie in amaranto per Lorenzo Paolucci e Manuel Sarao, seconde linee (si fa per dire) di una rosa profondissima. La pratica Picerno è stata risolta così, con un gol per tempo e il giusto spirito da battaglia. Determinante, visto che la squadra di Giacomarro – sempre bella ma tenera, quando affronta le big – se l’è giocata alla pari nel cuore del match.

La mossa a sorpresa di Toscano ha subito pagato: il debutto da titolare di Paolucci (appena 17’ nelle precedenti dieci partite) non era nelle previsioni. L’ex Monopoli, partendo dalla trequarti sinistra, ha iniziato subito a duettare con Rivas fino all’azione del gol: assist dell’honduregno e Reggina avanti dopo sei minuti. In quel momento a casa Paolucci si è fermato l’orologio: praticamente in contemporanea, ha segnato anche il fratello maggiore, Andrea, in Entella-Ascoli. Lo schiaffo in faccia ha subito rimesso in partita il Picerno, dipendente da Santaniello (11 gol) nelle sue fortune offensive. Alla mezzora il centravanti di casa si è visto annullare - decisione al limite - quello che sarebbe stato il gol del pari.

Partita dispendiosa, quella richiesta da Toscano alla Reggina. Denis e Rivas hanno speso tante energie in pressing, finendo per perdere lucidità con il passare dei minuti. Anche nel secondo tempo il Picerno ha rincorso il pari a testa bassa, sbattendo però sulla solidità difensiva della prima della classe (Guarna non prende gol in trasferta da 435 minuti). Nel momento in cui c’era da soffrire, Toscano ha sostituito Gasparetto (a rischio secondo giallo) con Blondett e ha retto così il colpo dei cambi iper offensivi ordinati da Giacomarro, passato dal 3-5-2 iniziale a un 4-2-4. Quando la chiave era diventata abbassarsi, contenere e ripartire, sono entrate in partita risorse fresche e di qualità: Bellomo ha iniziato a prendersi falli preziosi, mentre Sarao – primo gol da quando è arrivato a gennaio – ha chiuso i conti girandosi nell’area piccola su imbeccata di Bianchi. Tra i primati della Reggina, c’è quello dei gol pescati da una panchina d’oro (13)", si legge sul quotidiano sportivo.