LE PAGELLE DELLA REGGINA - Folorunsho onnipresente, Situm illude

22.11.2020 23:44 di Valerio Romito   Vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Folorunsho onnipresente, Situm illude

PLIZZARI 5,5 – Non ha particolari responsabilità su entrambi i gol subiti, ma è altrettanto vero che ancora non dà quella sensazione di sicurezza che il campionato pretende

LOIACONO 6 – La difesa resiste fino a pochi minuti dal termine con grande applicazione, né lui né i compagni hanno particolari demeriti nel crollo finale, determinato più dall’atteggiamento forse troppo remissivo

CIONEK 6,5 – Risulta insuperabile per tutti gli attaccanti che si alternano nei novanta minuti, ha poco da fare sulla rete del pareggio scaturita da un rimpallo sfortunato

ROSSI 6 – Si rivede a tratti il difensore attento e pulito della scorsa stagione, l’inferiorità codtringe lui ed i compagni ad un superlavoro, fisiologico che nel finale la lucidità venga un po’ meno

SITUM 6,5 – L’approccio è molto timoroso, ma memore del suo passato da attaccante trova il gol alla prima incursione in area e ne sfiora un altro, è in crescita e tornerà utile (DAL 69’ DELPRATO 6 – Appena rientrato dalla nazionale, dà il suo contributo al fortino amaranto della ripresa)

FOLORUNSHO 6,5 – All’esordio da titolare in campionato, per oltre un’ora imperversa ovunque demolendo tutte le trame avversarie, cala alla distanza ma di più è difficile pretendere

CRISETIG 5 – In netto calo dopo l’inizio sfavillante di campionato, sembra aver perso la lucidità dimostrata sin qui, anche se l’espulsione per doppio giallo è oggettivamente assurda e grida vendetta

DI CHIARA 6 – Si dimostra finalmente più incisivo sia in fase difensiva che in proiezione, prima di uscire sfiora il raddoppio dopo un’azione prodigiosa che avrebbe meritato miglior fortuna e magari cambiato le sorti della partita (DAL 69’ LIOTTI 5 – Sembra entrare col piglio giusto, ma l’errore in copertura nel recupero è piuttosto grave e, purtroppo, decisivo)

BELLOMO 6 – Vive di lampi, corre e salta l’uomo con facilità ma in zona gol incide poco, stavolta esce per crampi e non per scelta tecnica (DAL 69’ MASTOUR 6 – Encomiabile per l’applicazione difensiva, non è nelle sue corde ma deve fare di necessità virtù)

MENEZ 6 – Pronti via si produce in una serpentina sulla fascia quasi a voler dimostrare qualcosa dopo l’episodio del rosso, col passare dei minuti cala di intensità ma il lancio di 40 metri per il gol di Situm parte dal suo destro, poco prima di lasciare il campo per noie muscolari (DAL 41’ BIANCHI 6 – Fa quello che sa fare meglio ergendosi a diga davanti la propria area)

VASIC 5,5 – Gioca sul filo del fuorigioco e riesce a conquistare qualche fallo di alleggerimento, ma in questo momento non può essere lui la punta su cui affidare le sorti dell’attacco (DAL 50’ DENIS 6 – Gioca praticamente da mediano aggiunto in fase di non possesso, non era certamente la serata più agevole per ritrovare il gol perduto)

TOSCANO 6 – Le attenuanti ci sarebbero tutte, tra gli infortuni che stanno falcidiando l’intero reparto offensivo ed alcune valutazioni arbitrali esecrabili che si ripetono troppo spesso, ma è innegabile che la squadra non giri più come fino ad un mese fa, forse non abituata a situazioni di sofferenza dopo oltre un anno di successi continui, urge un cambio di rotta immediato per non restare impelagati in una classifica che comincia a preoccupare