Lotito: "Se si lavora nelle fabbriche, perché un calciatore non può allenarsi?" 

07.04.2020 15:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lotito: "Se si lavora nelle fabbriche, perché un calciatore non può allenarsi?" 

Il patron della Lazio, Claudio Lotito, intervenuto a Lazio Style Radio, ha detto la sua sulla ripresa degli allenamenti delle squadre Prof:

"Ci tengo a precisare che nessuno vuole prendere alla leggera la salute dei cittadini e degli atleti. Ribadisco che secondo il mio punto di vista tutte le attività lavorative possono essere svolte, ovviamente rispettando tutte le norme di sicurezza. L’attività degli atleti non è ludica, per cui non capivo perché non potessero svolgerla. La condizione fisica dei calciatori è diversa rispetto a quella delle persone normali, possono andare in difficoltà se sono fermi per così tanto tempo. Non a caso non ci sono ricoverati tra i calciatori". 

Continua Lotito: "Abbiamo sanificato Formello con la nebulizzazione del perossido  di idrogeno che consente di evitare qualsiasi contagio di qualsiasi natura – continua il presidente biancoceleste. Non ho mai capito perché, in un contesto del genere molto controllato, i giocatori non si siano potuti allenare. Perché se si lavora nelle fabbriche, un calciatore non può svolgere il proprio lavoro in totale sicurezza? Anche l’allenamento è un atto lavorativo. Al di là di tutto spero che la situazione possa migliorare e mi aspetto di tornare presto in campo, con il massimo rispetto dei protocolli”.