Consiglio Federale FIGC: "Combatteremo in tutti i modi ogni forma di razzismo". Nomine Covisoc e nuove regole acquisizioni club: la nota stampa

06.11.2019 13:49 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Consiglio Federale FIGC: "Combatteremo in tutti i modi ogni forma di razzismo". Nomine Covisoc e nuove regole acquisizioni club: la nota stampa

Consiglio Federale ieri a Roma, tanti i temi trattati alla presenza del presidente Gravina e di tutte le componenti

In particolare si è proceduto alle nomine in Covisoc e presso il  Tribunale Federale Nazionale. Inoltre, approvate nuove norme per acquisizioni di partecipazioni societarie nell’ambito delle società professionistiche.

Di seguito la nota della FIGC:

Il Consiglio ha proceduto al rinnovo delle nomine dei componenti della Commissione di Vigilanza sulle Società di calcio professionistiche (Covisoc): Maurizio Longhi (Presidente), Marco Di Siena, Sergio Barile, Franco Paparella, Giulio Scanderbeg. In virtù della nuova composizione della Covisoc, per consentire alla stessa di fare una valutazione tecnica sulle norme, il presidente Gravina ha chiesto al Consiglio di spostare al 10 dicembre l’approvazione delle nuove Licenze Nazionali per l’iscrizione ai prossimi campionati professionistici 2020/2021.

Il Consiglio ha nominato vice presidente del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare - Nicola Durante e vice presidente TFN – Sezione Tesseramento – Vincenzo Esposito Corona. Sono stati inoltre nominati i componenti aggiunti con competenze specifiche in materia societaria ed economico gestionale presso il TFN – Sezione Disciplinare (Gianluca Di Vita e Alberto Urso) e presso la Corte Federale D’Appello (Bruno Di Pietro e Giuseppe Catalano). A integrazione del TFN sono stati nominati anche Domenico De Falco, Francesco Corsi e Leopoldo Di Bonito.

Regolamento acquisizioni di partecipazioni societarie nell’ambito delle società professionistiche
Le principali modifiche riguardano in particolare l’introduzione di una disciplina per le c.d. new co.; criteri più stringenti per quanto attiene i requisiti di onorabilità; di nuove specifiche per quanto attiene ai requisiti di solidità finanziaria; del più breve termine di 15 giorni per la comunicazione ai fini sportivi del passaggio di quote ed i documenti previsti nel regolamento".

Sul tema del razzismo: "Il tema del razzismo è stato uno dei punti centrali del Consiglio Federale che si è svolto oggi a Roma. In riferimento a questo argomento e alla lotta ad ogni forma di discriminazione, il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha illustrato il contenuto della lettera indirizzata alla Federazione dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, insieme alla risposta inviata questa mattina nella quale il presidente federale ha ringraziato per l’apprezzamento mostrato circa l’attività della Federcalcio in questo settore, dicendosi sin da ora disponibile a partecipare al tavolo di lavoro interministeriale promosso dallo stesso Ministro. “Da parte nostra – ha sottolineato Gravina nel corso della conferenza stampa – c’è la massima disponibilità a partecipare a questo tavolo nei tempi più brevi possibili”.

Parlando di razzismo, il discorso cade sulla vicenda che ha coinvolto Mario Balotelli durante la partita con il Verona: “Io sto con Mario tutta la vita – ha sottolineato Gravina se dovessi fare una nota offenderei la sua intelligenza. Balotelli è italiano, ha dimostrato di essere più italiano di chi lo ha offeso. La FIGC non si arrenderà fino a che non metteremo la parola fine a questi deprecabili episodi. Ci impegneremo al massimo: il gesto, la modalità, la cultura sono queste le cose che vanno condannate. Dobbiamo rispondere con sistemi tecnologici avanzati, che tolgano qualsiasi alibi. Da qui nasce l’esigenza di una collaborazione sempre più stretta tra la nostra Procura e il Ministero degli Interni per l’identificazione dei soggetti. In questo la FIGC rivendica un ruolo centrale”.