Tommasi: "Stipendi? Non si possono prendere decisioni unilaterali"

23.03.2020 11:40 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Tommasi: "Stipendi? Non si possono prendere decisioni unilaterali"

Intervenuto a Radio Rai, il presidente dell'Assocalciatori, Damiano Tommasi, ha fatto il punto sulle questioni sul tavolo, richieste di riduzione stipendi dei calciatori in primis:

"Credo che anche questo sia un segnale che non siamo allineati al Paese. Si parla di danni che non sono ancora stati calcolati, vedremo come andrà. I dipendenti dovrebbero prima parlare con i datori di lavoro, non si possono prendere decisioni unilaterali".

C'è l'ipotesi di giocare fino ad agosto? "Se si potesse tornare a giocare sarebbe una notizia positiva, vorrebbe dire che la situazione sarebbe tornata. Giocare avanti con la stagione comporta intervento nei contratti dei giocatori e spostamento delle competizioni, con la stagione 2020/21 che subirebbe delle altre variazioni. Vedremo cosa succederà: sarebbe un sogno tornare a giocare questa estate. Una situazione come quella attuale è veramente eccezionale, è impossibile riuscire a prevederla e di conseguenza è molto difficile prendere decisioni. Alcuni pensano al particolare ma siamo tutti collegati a un fenomeno globale. In questo contesto bisogna trovare una soluzione, senza pensare soltanto al proprio ambito. Si parla anche di prolungare la stagione, andare oltre il 30 giugno e la scadenza naturale dei contratti, si deve pensare all'aspetto organizzativo. Bisogna capire come programmare non solo la Serie A, ma anche gli altri campionati e risolvere l'aspetto sportivo per quanto riguarda retrocessioni e promozioni ".