Reggina, le parole di Baroni: "Lecce corazzata, ma noi senza paura"

15.01.2021 15:00 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Reggina, le parole di Baroni: "Lecce corazzata, ma noi senza paura"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano

Il tecnico della Reggina, Marco Baroni, intervenuto in conferenza online alla vigilia della gara contro il Lecce, ha fatto il punto della situazione del suo team e ha incoraggiato i suoi a fare una grande prova contro una vera e propria corazzata:

"Abbiamo fatto una settimana ricca di lavoro, abbiamo fatto un buon carico di lavoro, ci siamo preparati bene per questa gara. Affronteremo una grande squadra, il Lecce ha grosse qualità tecniche e fisiche. Avremo di fronte una squadra costruita per andare in serie A, dobbiamo metterci ancor più maggiore motivazione, senza avere alcun timore. Noi dobbiamo fare la partita, restando compatti, abbiamo fatto bene nelle ultime gare e dobbiamo andare avanti così".

Su Nicolas: "E' a disposizione, parlerò con lui, faremo delle valutazioni".

Sui recuperi: "Abbiamo recuperato un paio di calciatori che per la prima volta hanno svolto l'allenamento con la squadra per tutta la settimana. Denis ha avuto un piccolo affaticamento, ma è disponibile. Faty e Menez hanno lavorato tutta la settimana e sono disponibili Con il ritorno di questi calciatori, possiamo cambiare qualcosa in corsa e lo faremo di certo".

Sul mercato: "Non mi va di parlare di mercato, la mia attenzione è rivolta alla partita. Stiamo condividendo insieme le scelte, devo fare questo, stiamo cercando dei profili per migliorare l'organico nell'ambito del nuovo sistema di gioco".

Sul lavoro fisico: "Abbiamo caricato un pò di più sotto questo aspetto, non deve essere un alibi, ma l'obiettivo principale è quello di correre, avere intensità mentale e fisica".

Sulle scelte di formazione: "Micovschi sarà della partita, probabilmente in corso di gara, forse non ha il ritmo, ma ha una buona condizione fisica. Lo abbiamo scelto per le sue caratteristiche e la sua dinamicità. Crisetig non lo rischiamo e non ci sarà, speriamo di recuperarlo per la prossima gara. Oramai le partite non si giocano in undici, ma i cinque cambi diventano importanti, sto cercando di mentalizzare la squadra su questo, stare in panchina ed essere pronti a subentrare è un ruolo fondamentale".

Sui rientranti Faty, Menez e Charpentier: "Qualcuno partirà dall'inizio, gli altri saranno utili a gara in corso".