LE PAGELLE DELLA REGGINA - Lunga vita al Tanque

04.05.2021 16:52 di Valerio Romito   Vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Lunga vita al Tanque

NICOLAS 7 – Prende due reti oggettivamente imparabili, ma per il resto si dimostra ancora una volta un muro invalicabile, compreso l’ennesimo rigore respinto di una stagione svoltata anche grazie al suo arrivo

LAKICEVIC 6 – Forse poteva chiudere meglio sulla conclusione che ha portato al pareggio ascolano, in una gara in cui comunque non si risparmia

CIONEK 6,5 – Trova finalmente la sua prima realizzazione in maglia amaranto dopo tanti tentativi in area nelle passate gare, poi è sfortunato sul tocco di mano che causa il rigore, nella ripresa tiene botta anche arrangiandosi ma finisce in sofferenza

DALLE MURA 5 – Grave errore in disimpegno nell’azione che porterà al penalty, e tanti interventi mancati in una gara in cui probabilmente ha pagato dazio per la giovanissima età (DALL’80’ STAVROPOULOS S.V.)

DI CHIARA 6,5 – Suo l’assist perfetto per Cionek sul vantaggio provvisorio amaranto, in una gara nervosa in cui un giallo rimediato lo mette fuori dai giochi per Lecce

BIANCHI 6 – Cerca continuamente di interrompere le trame marchigiane con alterne fortune, rinunciando alle consuete sortite offensive (DAL 56’ DENIS 7 – Trasforma in oro un pallone che sembrava perso propiziando il pari definitivo, ma soprattutto ridà grinta e voglia al collettivo nel momento peggiore dei reggini, se c’è ancora un lumicino di speranza lo dobbiamo a questo mostro di classe e longevità)

CRISETIG 5 – Prestazione in affanno per il regista amaranto, forse stanco per i tanti impegni ravvicinati, molle sul secondo gol bianconero ed insolitamente impreciso nel servire i compagni (DALL’80’ CRIMI S.V.)

RIVAS 6 – Impalpabile per quasi un’ora di gioco, ha il merito di avventarsi sull’invenzione di Denis mantenendo la freddezza necessaria per servire lo smarcato Montalto

FOLORUNSHO 5 – L’infortunio ci ha purtroppo restituito un calciatore, che fino allo stop forzato era diventato il trascinatore del gruppo, quasi timoroso, tanti appoggi sbagliati ed uno di questi spiana la strada al raddoppio bianconero, fino a prendere un cartellino che comporterà un turno di squalifica

LIOTTI 5,5 – Torna titolare dopo diverse settimane ma oltre a portare un accenno di pressing, per il resto si vede pochissimo (DAL 56’ BELLOMO 6 – il tecnico lo prova su entrambe le fasce, meglio a destra dove riesce a mettere dentro qualche pallone interessante)

MONTALTO 7 – Gara di grande sacrificio per l’ex ternano, prende un sacco di botte ma è l’unico che per gran parte della gara tenta di combinare qualcosa fino all’incornata del 2-2 dove è bravo a trovarsi al posto giusto nel momento giusto (DAL 69’ EDERA 5,5 – Ci mette troppo ad entrare in partita, nel finale ha una potenziale occasione ma la girata in area viene respinta dal difensore)

BARONI 6 – Per gran parte della contesa gli avversari dimostrano di avere più fame dei suoi, forse anche a causa di qualche scelta iniziale che non convince del tutto in una gara che si sapeva sarebbe stata così spigolosa, comunque il pari riacciuffato, visti i risultati degli altri, lascia ancora qualche chance ma anche rammarico per non aver sfruttato una ghiottissima occasione