VERSO CATANZARO-REGGINA, Auteri alla vigilia: "Reggina prima meritatamente. Accoglienza all'andata? Noi ci eleveremo"

25.02.2020 21:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
VERSO CATANZARO-REGGINA, Auteri alla vigilia: "Reggina prima meritatamente. Accoglienza all'andata? Noi ci eleveremo"

Gaetano Auteri, tecnico del Catanzaro, ha parlato alla vigilia del derby contro la Reggina:

"La partita contro il Francavilla è da mettere nel dimenticatoio. Abbiamo fatto tanti errori, non c'era la giusta concentrazione. Abbiamo messo a fuoco alcune cose, ma senza atteggiamento giusto e consapevole difficilmente si fanno i risultati. Mi assumo le responsabilità della sconfitta, abbiamo perso la gara sotto il piano agonistico, di concentrazione e attenzione. Questo succede quando si inizia a parlare di traguardi oggi lontani".

Sulla gara di domani: "Non è spartiacque per noi, ve ne saranno tante. Per una serie di motivi, domani non avremo lo stesso atteggiamento di Francavilla. Contro la capolista serve testa e cuore. La Reggina è in testa dall'inizio, ma è in vetta meritatamente, perché ha qualità, ha contenuti. Poi si può andare a disquisire su determinate gare, tipo quella non giocata a Rieti. Tatticamente e tecnicamente non siamo distanti da loro, ma perché comunque in questo torneo non c'è un abisso tra le varie squadre. Se saremo in grado di metterci la giusta testa e la giusta concentrazione, ma anche il cuore, sopratutto per contenerli e per essere pericolosi, potremo certamente dire la nostra. Sarà una gara equilibrata e sofferta, ma siamo in condizione di reggere il confronto".

Sui tifosi: "Loro ti fanno vivere la passione e la voglia di queste partite, ma noi dobbiamo essere al di sopra. Il pubblico ci può aiutare, l'entusiasmo ci può dare una mano, ma poi noi dobbiamo trascinare tutti".

Sui numeri della squadra giallorossa: "Dobbiamo essere bravi a fare gol e non concedere i presupposti agli avversari per fare gol. Se loro sono primi, vuol dire se sono davanti meritatamente".

Poi sull'accoglienza: "Saranno accolti a braccia aperte, noi non siamo stati trattati benissimo, faremo diversamente, ci eleveremo. L'agonismo non c'entra nulla con quello ammirato nella gara d'andata".

Sulle scelte: "Kanoutè e Tulli sono disponibili, valuteremo domani mattina se schierarli subito o a gara in corso".