Nuove misure anti-Covid, il Cts: no alle riaperture di palestre e piscine

24.02.2021 11:10 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Nuove misure anti-Covid, il Cts: no alle riaperture di palestre e piscine
TUTTOmercatoWEB.com

Non arrivano buone nuove sulla riapertura di teatri, palestre e impianti sportivi. Dopo un incontro tra il Governo e il CTS, si è convenuto non dare spazio ad allargare le maglie, anche per la circolazione delle varianti

Le norme in vigore scadono il 5 marzo. Urge calibrare il nuovo decreto (non più un Dpcm, per coinvolgere il Parlamento nella conversione in legge, e che potrebbe arrivare in pochi giorni), in base all’andamento epidemiologico. Ieri sera il presidente del Consiglio ha convocato la riunione per fare il punto. Con Draghi, gli scienziati e tutti i ministri coinvolti, uno per ogni partito. Sono emerse due linee, come in passato: i “rigoristi” e i fautori delle riaperture. Per ora prevale la prima, con il Cts che ha chiesto «attenzione per la circolazione delle variante, già al 30% dei casi, predominante a metà marzo», mantenendo ancora chiuse palestre, piscine e gli impianti sciistici. Su cinema e teatri, oggi nuova riunione per valutare i protocolli. «Non abbiamo parlato di riaperture, né descritto uno scenario da catastrofe imminente», ha detto all’uscita Agostino Miozzo, a nome del Cts. Cautela, insomma. Niente restrizioni, niente semafori verdi