GLI EROI IN AMARANTO, Nicola Amoruso: gol e emozioni, il legame con Reggio è ancora fortissimo

16.03.2020 18:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
GLI EROI IN AMARANTO, Nicola Amoruso: gol e emozioni, il legame con Reggio è ancora fortissimo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Dici "Reggina in serie A", dici "Reggina del meno 11", pensi a "Reggina-Roma 1-0 sotto la pioggia" o ad un "Reggina-Messina 3-0", ricordi quel numero 17 che scorrazzava sui campi della massima serie, i pantaloncini alzati a mostrare il quadricipite e colleghi ad una sola identità: Nicola Amoruso.

Una vera e propria epopea quella di Nick Piede Caldo giunto in Calabria ad ottobre 2005 e passato a luglio 2008 al Torino, in cambio di tre milioni di euro. In mezzo 40 gol (nessuno come lui in serie A con la maglia della Reggina), tante giocate e tante emozioni regalate ai tifosi reggini.

Sembrava avviato sul viale del tramonto della sua carriera quell'Amoruso giunto a Reggio da svincolato, lasciato libero dal Messina dopo qualche problema fisico di troppo. Dopo la gloria alla Juventus, con una Champions League sfiorata, dopo tante esperienze in molti club di massima serie, Reggio Calabria ha dato tanto ad Amoruso, regalandogli una seconda vita sportiva, ma anche lui ha dato tanto alla Reggina.

Tre campionati terminati in doppia cifra, ma quello 2006-2007 è stata la sublimazione perfetta della sua felice esperienza reggina: 17 gol e un tandem meraviglioso con Rolando Bianchi.

Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, Lillo Foti lo richiama a Reggio, stavolta per indossare i panni di responsabile del coordinamento dell'attività del Settore Giovanile della Reggina. Un'esperienza però durata poco, causa le problematiche finanziarie del sodalizio amaranto.

Il suo affetto per Reggio e per la Reggina è sempre immutato e ogni volta lo dimostra, anche con qualche post sui social.