EURO 2020, Verratti non ha dubbi: "Italia-Inghilterra entrerà nella storia"

08.07.2021 17:35 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
EURO 2020, Verratti non ha dubbi: "Italia-Inghilterra entrerà nella storia"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Uefa/Image Sport

(FIGC) - “Sarà una finale e ovviamente tutte e due le squadre vorranno vincere”. Con una frase sintetica e lapalissiana, estremamente efficace nel riassumere quello che sarà il canovaccio di domenica sera a Wembley, Marco Verratti ha descritto in conferenza stampa il percorso di avvicinamento a quello che, molto probabilmente, rappresenta fin qui il punto più alto della sua luminosa carriera. “Chiunque giocherà, sia chi partirà dal primo minuto che chi subentrerà a gara in corso, sono sicuro che disputerà una grande partita: perché la finale di un Europeo è un evento che, purtroppo, non si sa se ricapiterà ancora nell’arco di una carriera”.

Già è la sfida per incoronare la Nazionale regina del Vecchio Continente, in più il fascino di una grande classica del calcio internazionale come Italia-Inghilterra ha elevato già questo match a partita con tutti i crismi per entrare nella leggenda: “Sono felice – prosegue Verratti – di poter affrontare una grande squadra come quella inglese in uno stadio così prestigioso come Wembley: sarà una partita che diventerà storica”.

Come in una sceneggiatura cinematografica dove tutto appare più chiaro sul finale, il centrocampista del Paris Saint Germain ha esordito in azzurro proprio contro la Nazionale dei Tre Leoni il 15 agosto 2012, a nemmeno venti anni compiuti. A distanza di quasi nove anni si ritroverà di fronte nell’ultimo atto di Uefa Euro 2020 la compagine inglese, che ieri ha eliminato la Danimarca in una gara risolta ai supplementari: “L’Inghilterra è una squadra molto fisica, con giocatori tecnicamente molto bravi. Per di più giocheranno in casa, in uno stadio che conoscono molto bene. Hanno un grande equilibrio di squadra, dimostrato dal fatto che hanno subito soltanto una rete in sei partite in questo Europeo. La sfida potrà essere decisa dal nostro centrocampo? È lì che dobbiamo fare la differenza e dare ritmo. Chiellini e Bonucci sono due giocatori straordinari, sia dentro che fuori dal campo, che più passano gli anni più diventano forti. Con loro ci sentiamo sempre al sicuro e permettono ai noi centrocampisti di andare in avanti a pressare, ben sapendo che dietro ci sono loro”.

Quindi una chiosa, per descrivere il turbinio di emozioni che ha accompagnato gli Azzurri fino a questo momento: “Vedere la gente nelle piazze, il loro attaccamento al tricolore, ti dà maggiore forza e spinta, per non avere rimpianti dopo. Una finale è un evento unico, che si porta dietro una grande pressione. Non c’è bisogno di caricare i giocatori e forse il segreto è proprio questo: scordarsi tutto il resto e cercare di giocare nella maniera più ‘spensierata’ possibile”.