SERIE C PREVIEW, BARI-POTENZA, Vivarini: "Sarà una gran bella partita". Raffaele: "Difficilissima, ma dobbiamo giocare con coraggio"

07.12.2019 18:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Ivan Cardia
SERIE C PREVIEW, BARI-POTENZA, Vivarini: "Sarà una gran bella partita". Raffaele: "Difficilissima, ma dobbiamo giocare con coraggio"

Il big match della diciottesima giornata andrà in scena al San Nicola di Bari, dove i Galletti riceveranno la visita del Potenza in una vera e propria lotta per i primissimi posti.

Rossoblù accompagnati da oltre mille tifosi al seguito, il Bari invece chiede strada e spera in un'impresa della Viterbese a Reggio.

Gara al via alle ore 17.30.

QUI BARI - Vincenzo Vivarini, tecnico del Bari, parlando della gara, ha sottolineato: "Questa è una bella partita, dove si alza l’attenzione e si cura il minimo particolare. Il Potenza è una squadra organizzata, ben messa in campo e con giocate preordinate e definite. Viene da anni di lavoro, è molto stimolante affrontarla. Fortunati? Bisogna sempre cercarla. Ha una delle migliori difese, riparte molto bene con ordine e velocità. Ripetono molto le situazioni, quindi di conseguenza sappiamo bene a cosa andiamo incontro. Ci aspettiamo una grande partita da parte loro e non penso ad una partita sparagnina. Secondo me sarà bella da vedere con diversi spunti tattici e aperta a tutto".

Continua Vivarini: "Arriviamo bene, senza nessun problema fisico. Abbiamo recuperato D’Ursi e Costa, rosa al completo. Sulla formazione abbiamo valutato diverse soluzioni e possibilità, anche a partita in corso. C’è bisogno dell’aiuto di tutti. Siamo a Bari ma ci vuole umiltà. L’abbiamo preparata al meglio. Ci sono bei temi su cui abbiamo lavorato e compreso dove poter fare male. In questa settimana ho avuto risposte: piglio giusto e squadra concentrata. E’ venuto anche il presidente e ci ha dato le giuste motivazioni. Siamo pronti ad affrontare questa partita".

Tutti a disposizione del tecnico biancorosso, che può disporre anche di D'Ursi e Costa, alle prese con qualche probema le scorse settimane.

QUI POTENZA - La forza della consapevolezza. Giuseppe Raffaele, tecnico del Potenza, ha parlato alla vigilia del match di Bari e chiede ai suoi una prova di forza:

"E' una partita difficilissima dove ci vuole la massima attenzione, si deve cercare di sbagliare il meno possibile sia dal punto di vista tecnico che poi individualmente dalle situazioni che si determineranno. Dobbiamo affrontare questa partita con il coraggio di andare a cercare i tre punti, in settimana la squadra ha lavorato con molta convinzione e sicura di sè e credo che cercheremo di fare una partita alla ricerca di questo e poi il risultato dipenderà come ho sempre detto da tantissimi fattori. Adesso ci interessa sprintare in queste tre partite e dobbiamo cercare questo, non dobbiamo cambiare mentalità, veniamo da quattro vittorie di fila, vincere aiuta a vincere, ti da convinzione e stima, il nostro percorso è stato sempre continuativo perchè altrimenti non saremmo a 36 punti e secondi in classifica. Questo è il nostro pensiero nell'andare ad affrontare la partita, andiamo in uno stadio che ci darà ulteriori stimoli, questa squadra continuando il suo percorso è diventata una squadra che sa quello che vuole e fino ad oggi lo abbiamo dimostrato e dobbiamo continuare a farlo. Anche il Bari cercherà di fare una partita sfruttando al massimo il loro gioco e le loro individualità, sicuramente avranno rispetto e avranno valutato perché la nostra squadra è così in alto".

Continua Raffaele: "Non è vero che non c'è niente da perdere, c'è da difendere un secondo posto, c'è da guardare questa partita in una maniera come un ulteriore trampolino di lancio sapendo che per uscire fuori con un risultato ci vuole un'impresa, una grandissima prestazione ma la nostra squadra ci ha abituato soprattutto a queste prestazioni dove anche in passato da campi difficili siamo usciti a testa alta e con il risultato che è la cosa più importante".

Tutti a disposizione di Raffaele, tranne l'esterno Panico, out per infortunio.