LA STRADA VERSO LA RINASCITA, LA STORIA DAL 2015 ALLA B, luglio-agosto 2015: addio Reggina Calcio, la cordata Praticò evita l'oblio, si riparte dalla D

PRIMA PUNTATA DELLA LUNGA STORIA DELLA RINASCITA DELLA REGGINA:APPUNTAMENTO DEDICATO AI MESI LUGLIO-AGOSTO 2015
06.07.2020 13:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
LA STRADA VERSO LA RINASCITA, LA STORIA DAL 2015 ALLA B, luglio-agosto 2015: addio Reggina Calcio, la cordata Praticò evita l'oblio, si riparte dalla D

Un lungo cammino, con tanti volti amici e molti avvoltoi. In ogni caso, il traguardo della B è stato raggiunto, la Reggina è finalmente rinata e se lo scatto decisivo è stato compiuto da Luca Gallo, a portare le borracce e ad iniziare il lungo "tappone" è stato il sodalizio creato nel luglio 2015 dopo la non iscrizione al campionato di Lega Pro 2015-2016, successivamente dalla famiglia Praticò e da qualche altro imprenditore reggino, seppur in quote minori

6 settembre - LA PRIMA PARTITA DELLA ASD REGGIO CALABRIA - Inizia con un ko il cammino in D della neonata ASSD Reggio Calabria: 1-3 sul campo dell'Aversa Normanna.

12 agosto 2015 - GABRIELE MARTINO NUOVO DG - L'ex ds della fu Reggina Calcio, Martino, nuovo dg del club presieduto da Mimmo Praticò

8 agosto 2015 - LA PRESENTAZIONE DEL NUOVO ALLENATORE DELLA ASD REGGIO CALABRIA: CICCIO COZZA - Guida tecnica della neonata squadra affidata a Ciccio Cozza, conferenza stampa di presentazione a Palazzo San Giorgio. CLICCA QUI PER RILEGGERE LE PAROLE DELL'INCONTRO

4 agosto 2015 - VIA LIBERA ALLA RIAMMISSIONE IN SERIE D IN SOVRANNUMERO. Pagata la tassa di 300mila euro, più quella di riaffiliazione

30 luglio 2015 - UNA SOLA CORDATA HA PRESENTATO LA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE: QUELLA FORMATA DA PRATICO' -  Scaduto il termine delle ore 12 fissato dal sindaco Falcomatà, l'unica proposta sul tavolo del primo cittadino è quella della cordata rappresentata da Mimmo Praticò. A questo punto, si attende la convocazione di un incontro aperto a organi d'informazione e tifosi, per illustrare i progetti e i programmi di questo gruppo che prenderà in mano le sorti della nuova Reggina.

28 luglio 2015 - IL COMUNE APRE LE MANIFESTAZIONI D'INTERESSE PER IL TITOLO SPORTIVO - Come da NOIF FIGC, la palla passa al Sindaco, che tramite una manifestazione d'interesse apre la "finestra" per rilevare il titolo sportivo.

23 luglio 2015 - La FIGC comunica, come da regolamento NOIF, lo svincolo dei calciatori della rosa: la missione Lega Pro naufraga, come prevedibile.

17 luglio 2015 - DRAMMATICA CONFERENZA STAMPA FALCOMATA'-PRATICO'-FOTI: LA VOLONTA' DI MIMMO - "Ringrazio per la sensibilià il Sindaco, che ha dato subito la propria dispoibilità. Tavecchio ha subito messo le mani avanti mostrandosi pessimista, poi sia il Sindaco che il pres. Foti hanno toccato le corde giuste per ottenere il risultato. La finestrella è stretta, ma ce la possiamo fare. Abbiamo bisogn di imprenditori e professionisti di questa Città. Io ho sempre sostenuto che la squadra doveva mantenere la categoria, perchè anche in D nessuno regala nulla. Io chiedo a tutti di stare uniti, si può anche dissentire su questa iniziativa, ma se si vuol cambiare questa Città dobbiamo mettercela tutta. Chi può deve dare una mano, abbiamo bisogno di grandi numeri, dobbiamo allargare questa finestrella. Mi auguro di rivedervi tra qualche giorno e parlare di categoria professionistica", instancabile il futuro presidente amaranto Praticò. La missione Lega Pro però fallirà. CLICCA QUI PER RILEGGERE I PENSIERI DEI TRE PROTAGONISTI NELL'INCONTRO CON LA STAMPA

1716 luglio 2015 - MISSIONE DI FALCOMATA' A ROMA - Disperata missione del sindaco Falcomatà a Roma per cercare di salvare la categoria. Sarà tutto vano.

15 luglio 2015 - IL COMMENTO DI MIMMO PRATICO' -  "E' un giorno triste, abbiamo fatto di tutto ma non ci siamo riusciti. Purtroppo era un'operazione che andava fatta per tempo, già due anni fa ne parlavamo in Tv, ma poi iniziavano i campionati e ci dimenticavamo.  Credo che sia il momento di mettere da parte polemiche e quant'altro e pensare al futuro. La Reggina è solo e soltanto dei tifosi".

Su qualche frase del comunicato stampa della Reggina Calcio di ieri dice:"Non credo ci fosse alcun tipo di intento polemico. Semplicemente viene detto che sino alla scorsa settimana, c'erano i presupposti per aiutare il club, poi qualche imprenditore, come è nelle sue facoltà, ha preferito non dare seguito alle intenzioni".

15 luglio 2015 - LA REGGINA E' FUORI DAL CALCIO PROF - Il club di Lillo Foti getta la spugna e non riesce a formalizzare l'iscrizione al campionato di Lega Pro 2015-2016.

7 luglio 2015 - LA LETTERA-APPELLO DI MIMMO PRATICO' -  "Ho già avuto modo di affermare più volte, negli ultimi tempi, che sono pronto a dare il massimo contributo personale che mi è possibile per salvare la Reggina.

Negli ultimi mesi ho cercato di stare il più possibile vicino alla squadra.

Da tempo sto avendo contatti quotidiani con il presidente Foti, con il quale in passato non sempre l'abbiamo vista allo stesso modo.

Oggi però abbiamo il dovere, da cittadini e da tifosi, di fare tutto il possibile per evitare l'onta della mancata iscrizione al campionato per la gloriosa maglia amaranto.

Abbiamo sperato che la cordata di imprenditori australiani di cui si è parlato nei mesi scorsi potesse salvare la società. Siamo rimasti tutti con il fiato sospeso ma poi alla fine, pochissimi giorni fa, abbiamo dovuto prendere atto del loro passo indietro.

Questo è lo scenario ad appena sette giorni dall'ultima scadenza che alla Reggina è concessa per perfezionare l'iscrizione al campionato, considerato che un'eventuale ripartenza dall'Eccellenza comporterebbe un costo di 100mila euro per il ripescaggio, mentre in serie D il ripescaggio stesso costerebbe 300mila euro.

In questo contesto, mi sono chiesto cosa si possa fare. In tantissimi, tra amici, tifosi, sportivi e cittadini reggini, per strada, al bar, in azienda, mi hanno posto sempre una domanda: "A sarbamu a Reggina?", la salviamo la Reggina?

Attestazioni di stima e fiducia di cui sono onorato. Purtroppo, però, a parte metterci la faccia e l'esperienza, l'intervento finanziario che in questo momento posso permettermi, come ho avuto modo di dire pubblicamente in diverse occasioni, è poca cosa rispetto alle necessità economiche che servono alla Reggina per trovare quell'equilibrio che possa garantire di ripartire, in qualche modo, dalla Lega Pro.

Per riuscire a raggiungere questo obiettivo serve un fronte comune di imprenditori di buona volontà, professionisti, operatori commerciali pronti a fare un sacrificio economico assieme a me per amore della Reggina.

Ho sentito parlare ed ho letto da più parti che diverse persone, anche con ruoli istituzionali, si sono mosse in questi giorni per cercare persone disponibili ad intervenire per salvare la società.

Ma mi rendo conto che ad oggi non sono a conoscenza di alcun nominativo che si sia dichiarato pubblicamente in merito, nonostante il costante impegno del presidente Foti che mi risulta disponibile a lasciare la gestione della società senza richiedere alcun compenso e quindi a costo zero per gli eventuali acquirenti.
 

Per questo motivo rivolgo un appello a tutti i tifosi, i cittadini di Reggio e Provincia che amano la Reggina, affinché si facciano avanti, ognuno per la propria capacità economica, al fine di prendere contezza di quale disponibilità finanziaria si potrebbe raggiungere per tale intervento", il presidente in prima linea per salvare la Reggina Calcio 1986, gravata da debiti ultramilionari

1 luglio 2015 - MIMMO PRATICO' ENTRA IN SCENA: "CERCHIAMO DI SALVARE LA REGGINA CALCIO" -  "C'è un gruppo, che possiamo definire aperto, che può aiutare la Reggina. Ma bisogna che ci sia un ampio coinvolgimento in termini numerici. Il presidente Foti mi ha personamente detto che non intende proseguire la sua esperienza con la Reggina. Lui non intende riceve un importo per le sue azioni, ma vuole solo che la Reggina abbia una continuità dopo di lui".

Praticò parla anche del sostegno da parte dei tifosi:"Aperture anche ai tifosi? Se si dovesse procedere su questa squadra, sarebbe meglio costituire delle azioni da 50-100 euro, per chi insomma volesse aiutare in qualche modo la Reggina".

Infine, un impegno da parte dell'ex presidente del Coni Calabria:"Non è un'impresa facile quella di salvare la Reggina, ma quanto meno proviamoci", le parole dell'imprenditore e dirigente reggino, che dunque si muove concretamente per non mandare nell'oblio la gloriosa Reggina.

23 giugno 2015 - NICK SCALI CHIUDE LA PORTA: "NON PRENDO LA REGGINA" - Dopo il doppio spareggio vinto contro il Messina, per la Reggina si apre la via del baratro. Nei mesi precedenti si parlò dell'interesse dell'imprenditore italo-australiano Nick Scali, che però spegne presto i sogni: "Il dottor Nick Scali a nome della cordata di imprenditori australiani comunica che, dopo una lunga serie d’interlocuzioni con il presidente Foti, non si sono trovate le condizioni utili per un ingresso nella società Reggina Calcio, da parte degli stessi imprenditori”. 

“Il dottore Scali ringrazia il presidente Foti per l’ampia disponibilità dimostrata, complimentandosi per i successi ottenuti in questi decenni alla sua guida ed augura alla Reggina di poter continuare a raggiungere prestigiosi traguardi sportivi.

"Il dottore Scali, infine, vuole rivolgere un particolare ringraziamento a tutta la città di Reggio Calabria, ai tifosi e alla stampa per aver dato sempre grande risalto al suo interessamento verso la società Reggina e aver manifestato il massimo entusiasmo intorno alla sua persona e all’interlocuzione stessa”.