REGGINA, TOSCANO IN CONFERENZA STAMPA: "Contro l'Entella è già un test molto importante. Debutta Situm"

16.10.2020 15:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
REGGINA, TOSCANO IN CONFERENZA STAMPA: "Contro l'Entella è già un test molto importante. Debutta Situm"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

Domenico Toscano, allenatore della Reggina, ha parlato alla vigilia della gara di Chiavari direttamente dal ritiro in Liguria:

"Non avremo problemi per il sintetico, ci siamo allenati negli ultimi due giorni su questa superficie. Inciderà di più l'attenzione che ci metteremo, ho detto ai ragazzi che abbiamo ampi margini di miglioramento e dobbiamo lavorare su questo. E' un ulteriore test per capire come possiamo migliorare, è una gara molto importante per noi. L'approccio? In ogni partita conta tantissimo, le partite si preparano prima di scendere in campo".

Sui dubbi di formazione: "Non abbiamo particolari ballottaggi, Guarna andrà in porta, lui ha sempre offerto ampie garanzie. Mancherà Delprato e al suo posto giocherà Situm. Io non sono d'accordo a fare cambiamenti, pensiamo partita dopo partita: in ogni caso abbiamo una rosa abbastanza ampia e pronta a sopperire a molte difficoltà".

Continua Toscano: "Rivas e Vasic hanno svolto la rifinitura e possono essere impiegati già nella giornata di domani. Rolando invece è fuori".

Sull'Entella: "Hanno perso contro la Reggiana, ma non meritavano il ko. Hanno creato occasioni, anche se hanno concesso alcune chance. Hanno calciatori di grande valore e per noi è un test che ci può fare capire dove migliorare. Tutte le squadre possono creare difficoltà se non si approccia con attenzione, conta sopratutto arrivare preparati alla partita: abbiamo potenzialità che a mio avviso sono enormi".

Sulla sosta: "E' servita per crescere sotto l'aspetto della conoscenza, abbiamo valutato come poter mettere al servizio della squadra le caratteristiche dei calciatori e amalgamare ulteriormente il gruppo".

Sui calciatori di rientro dalle Nazionali: "Chi ha i calciatori bravi è inevitabile mandare qualcuno con le selezioni. Considerando però la situazione attuale, servono alcuni provvedimenti. E' bello mandare i ragazzi con le Nazionali, ma è anche vero che c'è un problema legato ai contagi".

Sul ritorno di pur piccola parte di pubblico negli stadi: "Sappiamo quanto incide per noi, è determinante. Ci manca il contatto con la nostra gente, speriamo si possa presto tornare alla normalità".