Gaz.Sport:"E se il futuro fosse il nuovo Totocalcio? Idea Lega-FIGC"

26.03.2020 11:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Gaz.Sport:"E se il futuro fosse il nuovo Totocalcio? Idea Lega-FIGC"

"E se il futuro fosse il nuovo Totocalcio? Idea Lega-FIGC", scrive oggi Gazzetta dello Sport nelle pagine nazionali.

"Trovata nostalgica o possibilità di inventare un format vincente per il futuro? Ancora una volta si parla di Totocalcio.

Una parola che ricorda il passato miliardario (c’erano ancora le lire al tempo) di un gioco che teneva in piedi l’intero sistema sportivo italiano e che entrò nel costume della vita degli italiani. La schedina finì nei film e nei romanzi. Pierpaolo Pasolini fu fra i primi vincitori e lo raccontò così alla mamma: «Pensa che l’altra domenica ho fatto un 12 al Totocalcio... e ho vinto solo 4000 lire. Le nostre fortune». Ma il Totocalcio potrebbe essere anche un futuro in cui servirebbe una nuova fonte di finanziamento per un calcio che rischia di ripartire con le ossa rotte travolto dalla tragedia del coronavirus. Il progetto, meglio dire l’idea, fa parte del promemoria che probabilmente nella seconda fase, quella della ripartenza, il calcio italiano porterà all’attenzione del governo. Passato e futuro sì, presente no, visto che oggi il Totocalcio con i suoi 17 milioni raccolti nell’ultima stagione, è una sigla ormai fuori dall’immaginario popolare, schiantato negli ultimi anni dalla liberalizzazione delle scommesse.

Nello scorso dicembre, inserito nella legge di stabilità che aveva cambiato il sistema sportivo italiano con la nascita di Sport e salute, il Totocalcio sembrava vicino alla fine. Visto il testo della Finanziaria si era addirittura celebrato il suo funerale. Ma l’allora sottosegretario con la delega allo sport Giancarlo Giorgetti aveva stoppato questa interpretazione: non vogliamo cancellare il Totocalcio, al contrario, rilanciarlo. E così l’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane si era messa al lavoro per definire un piano di rilancio e un nuovo format. Si era studiato una specie di gioco a due anime, con una schedina fatta di pronostici classici ma anche di meccanismi collegati alla dinamica della scommessa sportiva.

Ora, però, l’idea sarebbe diversa. Sarebbe il calcio, inteso come Federazione o Lega, il titolare del gioco. “Affittando” il brand Totocalcio o inventandone uno nuovo. E utilizzando, a pagamento, la rete dei concessionari attuali. Un progetto tutto da scrivere. Anche perché è da verificare il potenziale appeal di un nuovo gioco e la sua capacità di produrre proventi in un sistema dove ormai i montepremi possono contare su percentuali molto alti. Che margini ci sono? In ogni caso, precisano negli ambienti calcistici, il vecchio-nuovo gioco ha l’aspirazione di produrre risorse aggiuntive e non di rosicchiare una fetta più o meno grande della torta delle scommesse. Insomma, il Totocalcio prova per l’ennesima volta a ripartire. Sarà la volta buona?", si legge sul quotidiano sportivo.