COMUNICATO TUTTOREGGINA: solidarietà al Collega Lorenzo Vitto

11.12.2019 12:35 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
COMUNICATO TUTTOREGGINA: solidarietà al Collega Lorenzo Vitto

Ci tocca registrare una preoccupante escalation di violenza verbale, via social, nei confronti del Collega Lorenzo Vitto, corrispondente da Reggio Calabria per Gazzetta dello Sport. A seguito dell'articolo pubblicato sul quotidiano sportivo giorno 9 dicembre, con a corredo il commento della partita Reggina-Viterbese, il collega Vitto è stato oggetto di una pesante e sistematica campagna diffamatoria, che ci auguriamo non sfoci in altro di spiacevole e disdicevole: in particolare contestata la considerazione "rigore dubbio". Resta assolutamente valida, ricordiamolo, la libertà di espressione e opinione, anche se contraria alle idee altrui.

Sia ben chiaro, non è il primo episodio e questo deve fare alzare il livello di guardia. Una volta per tutte.

A fronte di una sequela di improperi, insulti, molti dei quali montati ad arte e esacerbati da evidenti bassa cultura e intelligenza, esprimiamo la nostra più totale solidarietà a Lorenzo Vitto, ma registriamo però il preoccupante e crescente marciume alimentato dai soliti social network e ci auguriamo che la stessa Reggina 1914 srl sia più attenta a queste dinamiche abberranti di inciviltà e di un malcostume in voga nella nostra piazza da molti anni, non solo tra i tifosi e simpatizzanti: è troppo semplice augurare la solidarietà quando accadono i fatti di cronaca nera. Non è neanche accettabile nessuna forma di contiguità verso chi ha ben altri valori che quelli della correttezza e della civiltà.

Allo stesso tempo, ci auguriamo che Ordine dei Giornalisti, Sindacato dei Giornalisti della Calabria e Unione Stampa Sportiva Italiana, guardino con estrema attenzione a questi fenomeni sempre più dilaganti e preoccupanti, che spesso e volentieri impediscono il corretto svolgimento della professione giornalistica, e che in determinati frangenti hanno anche visto tra i fomentatori iscritti ai suddetti.