RITIRO AMARANTO/ Parla Breda:"Ora contano solo i fatti e il lavoro"

24.07.2011 11:50 di Redazione Tuttoreggina   Vedi letture
Fonte: regginacalcio.com
RITIRO AMARANTO/ Parla Breda:"Ora contano solo i fatti e il lavoro"

Conferenza nel ritiro di Brusson per il tecnico amaranto Roberto Breda:

"Stiamo spingendo forte, stiamo mettendo benzina nei muscoli dopo il periodo di inattività. Siamo forti e convinti delle nostre qualità. Da lunedì iniziamo a lavorare più sugli aspetti tecnico-tattici, alleneremo più la testa dopo le gambe, come in queste prime settimane. Per le prossime amichevoli (Varese, Pro Vercelli e Lazio) abbiamo scelto avversari importanti proprio per poterci confrontare con squadre di ottimo livello e poter capire a che punto siamo. Veniamo da una stagione positiva, riconfermarsi resta sempre la cosa più complicata ma sono convinto potremo fare veramente bene

"La società sta lavorando bene e ha delle dinamiche da dover rispettare. Bisogna appunto rispettare gli equilibri economici...Io credo che adesso dobbiamo pensare a lavorare, quando qualcuno andrà via, ci poremmo il problema. Sono delle variabili e quando ci saranno ci porremmo il problema.

Costa: "Ha un problemino al ginocchio edobbiamo cercare di recuperarlo il primo possibile. E' un ragazzo con uno spiccato senso tattico

Gruppo ampio:"E' difficile motivare 30 ragazzi, devono metterci qualcosa loro. Una volta le squadre erano composte da 18 calciatori, adesso i numeri sono aumentati a dismisura. Per esempio, l'anno scorso, nel centrocampo della Reggina, i sette-otto componenti sono stati tutti importanti. Quindi c'è quella variabile di cui tener conto, anche perché la B è un campionato dispendioso".

Pochi proclami da parte del trainer veneto:"Non posso presentarmi come il Messia, ciò che è importante è il campo. Spero di vedere una squadra determinata, vogliosa, che si sacrifica e che porta più risultati possibili. In questo momento dobbiamo fare poche parole, contano i fatti, contano i punti e le prestazioni".

Su Mandorlini:"Non dò giudizi sugli altri, certamente ho la mia idea personale, già espressa in occasione dei playoff.Da parte sua c'è stato un comportamento diciamo particolare. Non dò giudizi, penso a me. Siamo dei personaggi pubblici e dobbiamo avere un comportamento consono alle circostanze e rispettoso di tutto. Gli scherzi bisogna saperli fare, ci sono momenti, situazioni, contesti. In questo momento c'è tanta gente che scimmiotta Mourinho: Mourinho lo sa fare, altri un pò meno..."