Erra a Radio Gamma No Stop: "La Reggina sta facendo un campionato straordinario, ha il mano il suo destino"

20.02.2020 18:50 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
Erra a Radio Gamma No Stop: "La Reggina sta facendo un campionato straordinario, ha il mano il suo destino"

Alessandro Erra, tecnico della Paganese, intervenuto a Radio Gamma No Stop ha parlato in vista della gara contro la Reggina:

"La società é stata brava in estate a non perdere la testa. Siamo retrocessi e poi siamo stati riammessi, abbiamo mantenuto l'ossatura della squadra e stiamo facendo molto bene. Il nostro primo step é la salvezza, poi chiaramente non vi nascondiamo e arriviamo dove é possibile".

Paganese che ha 24 punti in più rispetto alla scorsa stagione: "La scorsa annata si era fatto un discorso con i giovani, alcuni non pronti forse per la C".

Sulla sua filosofia: "Si prova sempre a giocarsi la partita, poi dipende anche dai calciatori a disposizione".

Sulla partita di domenica: "Sarà una partita di sacrificio per noi, affronteremo una squadra che sarà trascinanata dai tifosi in casa. Ma avremo la mente libera e serena. Sarà un'occasione per tanti giovani per mettersi in mostra in un bel palcoscenico".

Sulla corsa al primo posto: "La Reggina ha il proprio destino tra le mani, ha un organico forte, ha un grande allenatore, ha tutto per vincere il campionato. Anche il Bari ha queste cose ma la Reggina ha un vantaggio importante in termini di punti".

Sul rendimento attuale della Reggina: "Impensabile che la Reggina potesse avere lo stesso rendimento del girone d'andata, é fisiologico un certo calo in termini di punti. Poi é chiaro che il campionato viene interpretato in altro modo dalle squadre, un punto può fare la differenza. Tante squadre che sulla carta sembrano meno attrezzate combattono pallone su pallone. Nessuna squadra ancora ha raggiunto il proprio obiettivo. Mi tolgo il capello davanti a Mimmo Toscano che sta portando la Reggina a livelli incredibili"

Paganese miglior attacco del girone di ritorno: "Abbiamo dimostrato di essere molto solidi, abbiamo costruito la squadra con un certo criterio e oggi é un paradosso che siamo blindati dietro perché nell'andata avevamo il terzo migliore attacco".

Su Diop: "Ci abbiamo puntato su di lui, veniva da qualche annata negativa, lo volevo già a Catanzaro. É un calciatore con qualità importanti".

Su Reginaldo: "Un calciatore di grandissimo qualità, ma ci sono tanti altri calciatori di grande qualità, come Sarao che ho avuto a Catanzaro".