LE PAGELLE DELLA REGGINA - Galabinov decide, Cionek conserva

16.10.2021 16:26 di Valerio Romito   vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Galabinov decide, Cionek conserva

TURATI 6 –  Per poco non si fa sorprendere su calcio piazzato da distanza siderale, in una gara comunque molto attenta in cui non corre altri pericoli

LOIACONO 5,5 – Inserito a sorpresa a destra nel suo esordio stagionale, un po’ per la lunga assenza un po’ per la desuetudine al ruolo risulta spesso non preciso e puntuale, esce stremato e con i crampi (DAL 74’ LAKICEVIC 6 – Contiene a dovere gli avversari per un finale tranquillo)

CIONEK 7 – Ennesima prova sugli scudi per il brasiliano di passaporto polacco, implacabile su Diaw che non riesce mai a trovare la conclusione e che finisce per irretirsi ad ogni contrasto perso

STAVROPOULOS 6,5 – Buon rientro da titolare per il greco, controlla a dovere sia Longo che Meggiorini senza dover ricorrere agli straordinari

DI CHIARA 6 – Anche lui ritrova il campo dall’inizio, nella prima frazione opera la consueta spinta mancina, dopo il vantaggio si limita a presidiare la fascia con buona efficacia

RICCI 6 – Prestazione sufficiente per l’ex Sassuolo, ancora lo spunto non è quello dei tempi migliori ma si fa apprezzare soprattutto quando converge al centro (DAL 63’ LARIBI 5,5 – L’italo marocchino appare troppo passivo quando gli spazi suggerirebbero di aggredire maggiormente la trequarti avversaria)

BIANCHI 5,5 – Ci mette troppo ad entrare in partita dopo una buona mezz’ora in cui non si vede né in fase di contenimento né in spinta (DAL 63’ HETEMAIJ 6 – Fa valere il suo pragmatismo in campo disturbando ogni trama della mediana vicentina)

CRISETIG 6 – Alcuni palloni persi in uscita non sono da lui, ma oggi pomeriggio ne tocca talmente tanti che fisiologicamente ci può anche stare, e stavolta riesce ad evitare cartellini

BELLOMO 6,5 – Gara tatticamente perfetta, fa tutto correttamente facendosi notare in ogni fase di gioco, da una sua conclusione verso la porta scaturirà il corner per il vantaggio amaranto (DAL 74’ CORTINOVIS 6 – Pensa giustamente a pressare più che ad offendere, e come un veterano “congela” il pallone sulla linea laterale nell’ultimo minuto di recupero)

MENEZ 6 – Non trova mai il guizzo decisivo anche a causa di una condizione evidentemente da ritrovare, anche se ogni giocata trasuda qualità (DAL 69’ RIVAS 6 – Tenta un paio di sortite in contropiede nel finale senza grande fortuna, ma dopo la trasferta transoceanica difficile pretendere di più)

GALABINOV 7 – I cross finalmente cominciano ad arrivare, ci mette un paio di tentativi per aggiustare la mira e torna ad essere implacabile davanti alla porta per un gol che vale tre punti e la prima vittoria esterna stagionale

AGLIETTI 6,5 – Sceglie di cambiare tanti uomini rispetto alla gara di Pisa, la squadra comunque non smarrisce l’identità e la compattezza, favorita probabilmente dal ritorno al 4-4-2, il successo finale arriva dopo una prestazione cinica e di grande sofferenza, tuttavia risulta meritata al cospetto di un avversario affamato di punti