Tunnel sullo Stretto, il vice ministro trasporti: "Occasione irripetibile, sarebbe chance importante"

11.08.2020 18:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Tunnel sullo Stretto, il vice ministro trasporti: "Occasione irripetibile, sarebbe chance importante"

Si continua a parlare del collegamento stradale e ferroviario delle sponde dello Stretto di Messina, il vice ministro dei trasporti, Cancelleri, intervenuto a La Stampa, ha parlato della proposta del tunnel sottomarino:

"Le prime ipotesi sono tra i 4,8 e i 5 miliardi. Abbiamo i soldi del Recovery fund e il piano di rilancio va presentato a ottobre. E un'occasione irripetibile. Ma bisogna avere chiaro che il tunnel è integrato all'interno di un progetto più ampio che serve a portare l'alta velocità in tutto il Sud. Questa opera sarebbe un unicum rivoluzionario che varrebbe anche come risarcimento morale per una popolazione che ha il diritto di poter vivere nella modernità".

Continua Cancelleri: "Sarà una costruzione ecosostenibile: noti toccheremmo il mare. Costruiremmo dentro il fondale, abbattendo l'utilizzo massiccio dei traghetti e l' inquinamento. Ma questo aspetto va coniugato con un altro, vitale per il Sud. Dobbiamo dare una chance a queste terre. lo non vedo solo un'opera: vedo lavoro, sviluppo, investimenti".

Serve legge ad hoc per accelerare i lavori: "Il miracolo del ponte di Genova è il nostro obiettivo. Se inserito nel piano complessivo dell'alta velocità al sud, il progetto sarà unico. Conte intendeva dire che prima bisogna assicurarsi di mettere economicamente in cantiere tutte le opere strategiche e un minuto dopo inserire anche questa. Certo, con le leggi ordinarie in due anni saremmo ancora alla fase progettuale. Se vogliamo replicare Genova serve una legge ad hoc".

Sull'idea relativa al tunnel: "Sono venuto a conoscenza del progetto dell'ingegnere Giovanni Saccà. Gli ho chiesto un incontro e ora c'è una vera e propria collaborazione. Abbiamo ipotesi, studi, rendering, e diversi modelli. Come quello del fiume Yangtze in Cina. Con due soli buchi ha tutto: sezioni stradali, ferroviarie, corsie di emergenza. Gli esempi di tunnel subalvei nel mondo sono tanti, cosa che non si può dire invece del ponte".