Stirpe non si arrende: "Il format della B non deve cambiare. Altrimenti..."

07.04.2020 14:50 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Stirpe non si arrende: "Il format della B non deve cambiare. Altrimenti..."

Combattivo come non mai,. il patron del Frosinone, Stirpe, non arretra di mezzo millimetro. Intervenuto a radio punto nuovo, il dirigente ciociaro sottolinea:

"Per quanto riguarda il discorso delle promozioni e retrocessioni, il format ne prevede 6. La Serie B assegna il terzo posto di promozione attraverso i playoff, se per una condizione di forza maggiore non si possono disputare, la terza in classifica sale automaticamente. Qualora il campionato dovesse essere interrotto e il Frosinone non salirà in A perché terza in campionato, allora mi muoverò per vie legale. L'unica che può parlare di merito sportivo è il Benevento che ha 20 punti in più sulla seconda classificata ed è virtualmente in A. Ovviamente vogliamo evitare qualsiasi problema giuridico, ma siccome ci sono parecchie ipotesi sul tavolo, non escludo di procedere per vie legali".

Sugli stipendi: "La nostra posizione è molto chiara: qualora si dovessero interrompere il campionato, pagheremo fino al momento in cui c'è stata la prestazione, fino al 7 marzo. Sarà così anche per contributi fiscali e tasse, perché se non c'è il pagamento di stipendi non capisco perché devo dare soldi allo Stato. Se si dovesse giocare a porte chiuse chiederemo una decurtazione adeguata alla riduzione dei ricavi che comporta giocare senza pubblico. E' una cosa che andremo a stabilire con i giocatori quando si verificherà l'ipotesi, è inutile attualmente mettere sul tavolo qualsiasi ipotesi di transazione. Sul futuro, è evidente che apriremo una discussione con i nostri calciatori a seconda del mercato. Alcuni contratti stipulati hanno costi che oggi non esistono più, seguiremo le regole del mercato".