SERIE C, qui Avellino, la nuova cordata: "Questo il nostro progetto per il futuro del club". Il sindaco: "Avrei preferito altre soluzioni"

15.11.2019 19:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
SERIE C, qui Avellino, la nuova cordata: "Questo il nostro progetto per il futuro del club". Il sindaco: "Avrei preferito altre soluzioni"

Se a Rieti la situazione va via via precipitando verso l'abisso, in casa Avellino sembra possa esserci una schiarita. Il Tribunale, che supervisiona il club dopo il sequestro delle quote alla Sidigas, attuale azionista di maggioranza del sodalizio irpino, ha accettato una proposta presentata da una cordata di imprenditori campani. Uno degli azionisti, Circelli, parlando a radiopuntonuovo, ha spiegato i progetti e le intenzioni della possibile futura proprietà avellinese, come sottolinea tuttoavellino.

"Dobbiamo ancora avere conferma, aspettiamo delle risposte entro il 19 ma questo si sapeva già. Noi abbiamo fatto una proposta e speriamo che venga accolta, i presupposti ci sono ma aspettiamo una conferma. Siamo pronti a partire, non siamo impreparati dal punto di vista calcistico, abbiamo già un progetto di lunga durata, se possiamo e riusciamo veniamo a fare calcio in una piazza che merita. I nostri avvocati stanno parlando con Sidigas e aspettiamo la loro decisione. Izzo dovrebbe essere presidente perché siamo imprenditori alla pari con le stesse quote, non c'è velleità di mostrarsi e apparire, Luigi Izzo è un giovane imprenditore di una famiglia importante e sarebbe giusto far partire lui come presidente. Ma non esisterà il padre padone ma un gruppo di persone. Io sono solo un investitore, non penso a cariche particolari, mi interessa far parte del gruppo di lavoro, la passione ci accomuna e tutti possiamo dare un contributo".

Eziolino Capuano dovrebbe restare al suo posto, così come il ds Di Somma: "C'è un'ottima squadra, un buon allenatore, un ottimo direttore sportivo, manca solo la presenza di una proprietà che dia sicurezza a tutto l'ambiente. Allenatore e ds non cambiano, non vogliamo rivoluzionare niente, è come acquistare un'azienda e pensare di mandare via tutti, invece noi vogliamo prenderla così com'è e capire da dentro come funzionano le varie cose". 

MA IL SINDACO FESTA: "AVREI PREFERITO ALTRE SOLUZIONI" - Il sindaco di Avellino, Festa, commentando le ultime evoluzioni però mostra un certo rammarico: "Posso solo commentare quello che voi giornalisti dite, pare che il Tribunale abbia dato il via libera alla cessione, non la commento ma ne prendo atto. Immaginavo altri percorsi a luglio, non ho trovato grande collaborazione e ci prendiamo quello che resta. C'erano grandi nomi in campo, si è fatta un'altra scelta da parte anche di alcuni tifosi e bisogna prendere atto di quello che c'è. Avrei preferito altre scelte con imprenditori irpini, qualcuno ha trovato successo anche fuori città, però tant'è in seguito sapremo se quella mia ipotesi era più valida ma possiamo solo sperare che tutto vada bene per il bene del club".