SERIE C, "Palermo-Boscaglia, pranzo della verità"

11.08.2020 14:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
SERIE C, "Palermo-Boscaglia, pranzo della verità"

"Palermo-Boscaglia, pranzo della verità", si legge nelle pagine regionali di Gazzetta dello Sport.

"E venne l’ora di sedersi a tavola, non solo per mangiare, ma per discutere concretamente di futuro. Se non ci saranno cambi di programma dell’ultima ora, Roberto Boscaglia e il Palermo oggi inizieranno a ragionare faccia a faccia. L’appuntamento è fissato a ora di pranzo. Davanti a un’insalata di mare o a un piatto di spaghetti con le vongole, si cercherà di trovare un’intesa tra le parti. Non sarà facile, è bene sottolinearlo: le posizioni di partenza sono piuttosto distanti, ma la stima che le lega Boscaglia a Sagramola e Castagnini – che assieme hanno lavorato a Brescia prima dell’avvento di Cellino – rappresenta una buona base di partenza. I nodi da sciogliere però sono parecchi e tutti di notevole importanza.

Ingaggio e durata dell’accordo: per venire a Palermo l’ex tecnico del Trapani chiede più o meno la stessa cifra che ha percepito quest’anno all’Entella, anche in virtù del fatto che ha un altro anno di contratto con i liguri e ovviamente non intende rimetterci più di tanto. Di certo non rimarrà alle dipendenze di Gozzi. La sua esperienza con la squadra di Chiavari può essere considerata conclusa e il suo posto dovrebbe essere preso da Caserta, colui che fino a qualche giorno era considerato il candidato numero uno a occupare la panchina rosanero. L’Entella è disposta a coprire una parte dell’ingaggio di Boscaglia, sotto forma di buonuscita. Per portare sotto Monte Pellegrino il tecnico gelese però, il Palermo deve accollarsi il resto. Dovesse essere trovata la quadra, gli inglesi definirebbero questa operazione «win-win», ovvero conveniente per tutti. Già, perché l’Entella risparmierebbe una buona fetta dell’ingaggio che in caso contrario dovrà versare comunque al tecnico gelese, Boscaglia non rimarrebbe fermo ma si accomoderebbe su una delle panchina più ambite della Serie C, il Palermo avrebbe l’allenatore «esperto e vincente» che insegue da settimane, pur rimanendo entro certi limiti di spesa. Ma c’è anche il nodo della durata del contratto da affrontare: Boscaglia pretende un biennale, finora in questo senso è stato irremovibile. Il Palermo, dal canto suo, propone un accordo annuale con rinnovo automatico in caso di promozione e un sostanzioso bonus a Serie B acquisita", sottolinea il quotidiano sportivo.

Continua Gazzetta: "L’ex tecnico granata vuole portare con sé il suo staff storico (il vice Filippi e il preparatore atletico Nastasi in primis), il Palermo vorrebbe che Boscaglia si accollasse un paio di uomini di fiducia della società che hanno già lavorato con Pergolizzi la passata stagione, vale a dire il preparatore dei portieri Marotta e soprattutto il preparatore atletico Petrucci. Non si tratta di un dettaglio, sia per una questione di fiducia che di natura economica. Non meno importante l’aspetto che concerne la costruzione della squadra: Boscaglia pretende un organico forte e competitivo, coperto in ogni reparto e in grado di ridurre al minimo il margine di rischio".