SERIE C, "Catania, servono più di 2 milioni per l'iscrizione"

28.07.2020 12:10 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
SERIE C, "Catania, servono più di 2 milioni per l'iscrizione"

"Catania, servono più di 2 milioni per l'iscrizione: si pensa anche alla rosa", scrive Gazzetta dello Sport sulla situazione in casa etnea dopo il passaggio di mano in società.

"C’è un patrimonio di calciatori vincolati al Catania che potrebbero essere un punto di partenza per la nuova società appena insediatasi. Oppure un patrimonio da mettere in vetrina, sul mercato, per ricavarne somme da reinvestire e ripartire più spediti sul mercato per la ricostruzione. Nei prossimi giorni la società capirà in che modo agire, anche se il nodo principale resta quello dell’allenatore.

Se dovesse rimanere, come desiderano i dirigenti attuali, il tecnico Cristiano Lucarelli, i rossazzurri potrebbero ripartire da una situazione già consolidata dando continuità al progetto tecnico che ha portato, nonostante mille difficoltà, il Catania ai play off. Altrimenti si dovrà procedere alla ricerca di una nuova guida con tutte le conseguenze che ne deriverebbero sulla composizione dell’organico per il prossimo campionato di serie C. Questione di giorni.

Oggi i giocatori che sono legati da un contratto con il Catania sono i portieri Martinez e Furlan, i difensori Silvestri, Mbende, Noce, Saporetti, Pinto, Calapai; i centrocampisti Dall’Oglio, Salandria, Vicente, Welbeck, Biondi, Mazzarani, Curcio, Angiulli; le punte Manneh, Curiale, Barisic, Mujkic. Solo Calapai e Barisic hanno la scadenza del contratto fissata per il 2022. Gli altri entrano, in questa stagione, a scadenza ma sono vincolati al Catania. Dai prestiti sono tornati numerosi giocatori giovani come Distefano, Pecorino, Berti che si potrebbero aggregare alla prima squadra.

Hanno già salutato il Catania Rizzo, Marchese, Beleck, Esposito e anche Di Molfetta che non si è unito alla squadra in occasione dei play off disputati le scorse settimane. Anche l’attaccante Capanni, come da contratto, è tornato al Milan per fine prestito. Tra gli svincolati c’è soprattutto il capitano Biagianti, sul quale i nuovi dirigenti si sono espressi in maniera molto positiva. Potrebbe esserci una possibilità di richiamarlo in rossazzurro come simbolo di impegno e professionalità, ma per ora siamo solo a parole lusinghiere per il giocatore toscano che ha sempre professato amore per la maglia rossazzurra.

Ma l’argomento più importante, e scottante, riguarda l’iscrizione del Catania al campionato. La data è quella del 5 agosto e la nuova società deve reperire una somma importante (oltre 2 milioni di euro) altrimenti tutto diventerebbe inutile. Ci sono timori com’è quasi logico che sia visto l’ammontare della spesa e il tempo a questo punto limitatissimo. C’è anche il lavoro dei dirigenti che stanno cercando di aprire la porta a nuovi soci per soffrire di meno e non correre rischi gravissimi. Un continuo conto alla rovescia che tiene i tifosi sulle spine dopo l’acquisizione del club dalla vecchia gestione Pulvirenti", si legge nelle pagine regionali.