"L'illusione di Monza, Vicenza e Reggina, se si gioca sarà tutto diverso da prima", Gazzetta dello Sport "rilancia" su ipotesi capoliste ai playoff

22.05.2020 10:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
"L'illusione di Monza, Vicenza e Reggina, se si gioca sarà tutto diverso da prima", Gazzetta dello Sport "rilancia" su ipotesi capoliste ai playoff

"L'illusione di Monza, Vicenza e Reggina, se si gioca sarà tutto diverso da prima", scrive oggi Gazzetta dello Sport nello spazio dedicato alla serie C.

"Qualsiasi campionato ripartirà, non sarà più quello di prima. Si giocherà in condizioni particolari: porte chiuse, gran caldo, intesa tecnica dimenticata, preparazione atletica precaria, masse muscolari a rischio. Sarà così in Serie A, in B e forse in C. Dove la volontà della Figc di far giocare sia le partite di campionato restanti (11 giornate nei gironi A e B più vari recuperi, 8 giornate nel C, la finale di Coppa Italia tra Juventus U23 e la Ternana) sembra difficilmente attuabile, a differenza della prospettiva di giocare solo playoff e playout.

Spareggi

Non si è ancora parlato di come attuare questo piano B. I playoff, per esempio, potrebbero giocarli anche le tre capolista, con le 28 squadre aventi diritto; oppure sarà scelta una soluzione slim, con meno club. Gravina ora ha il potere per variare i format, e dopo aver rimesso in campo A e B sceglierà il piano per la C. Quindi non prima di luglio, con squadre ferme dai primi di marzo ma anche da metà febbraio. Per questo sarà tutto diverso. Pensate al Monza: ha dominato e il vantaggio di 16 punti gli ha fatto blindare la B. Ma se dovesse giocare i playoff? La formula potrebbe prevedere qualche vantaggio per chi è meglio piazzato, facendo saltare qualche turno, ma basta una partita storta e la stagione è buttata. Anche la Reggina, con il suo +9 sul Bari (e scontro diretto già alle spalle) poteva progettare la B. Discorso più fragile per il Vicenza, primo a +6 sulla Reggiana (che lo aspettava a breve per lo scontro diretto) e +8 sul Carpi (una gara in meno). Quanto maturato dalle tre capolista non va trascurato, ma nemmeno l’ambizione di chi rincorre. Nel girone A ragionevolmente si pensava più ai playoff, con la Carrarese salita al secondo posto e l’arcigno Renate a ruota. Nel B si è detto delle speranze di Reggiana e Carpi, ma vanno anche segnalati un Padova rilanciato da Mandorlini e un arrembante Südtirol. Nel C invece la corazzata Bari era pronta a scatenare l’assalto finale, trascinato da Antenucci alla ricerca della seconda promozione consecutiva.

I playout e la Serie D

Vanno poi scritte le 9 retrocessioni in Serie D. Il discorso è lo stesso: potrebbero giocare anche le ultime tre (Gozzano, Rimini e Rieti), che sarebbero dovute retrocedere dirette, per una formula anche qui tutta da scrivere. E a proposito della D, oggi la Lnd potrebbe annunciare i verdetti dopo lo stop, promuovendo le prime: Lucchese, Pro Sesto, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto e Palermo. Per le retrocessioni toccherà alle ultime 4 per girone, con qualche caso da valutare.