Gazzetta dello Sport: "Reggina, è una beffa. Crisetig buca l'Entella, gli risponde Mancosu"

18.10.2020 11:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Gazzetta dello Sport: "Reggina, è una beffa. Crisetig buca l'Entella, gli risponde Mancosu"
TUTTOmercatoWEB.com

"Reggina, è una beffa. Crisetig buca l'Entella, gli risponde Mancosu", scrive oggi Gazzetta dello Sport nelle pagine nazionali.

"Pochi secondi per cambiare l’esito di una partita che sembrava scontata. Da una parte Mancosu, scaltro e esperto che piazza il guizzo giusto, dall’altra Rossi che si fa sorprendere e aggancia l’avversario in area. Rigore e gol dello stesso Mancosu. Così la Reggina ha buttato via una vittoria che sembrava certa (anche meritata) e l’Entella si è ritrovata in mano un punto pesante e insperato. Sembrava uno scontato epilogo di partita tra liguri e calabresi con questi ultimi padroni del campo e anche in superiorità numerica. Ma la Reggina ha pescato la carta dal mazzo degli imprevisti e ci ha trovato il guizzo e il destro dagli undici metri di Mancosu.

Gli ospiti possono consolarsi solo con la prestazione: così così nel primo tempo con l’Entella più propositiva, ma raramente pericolosa, molto più convincente bella ripresa. Prima Crisetig ha disegnato una traiettoria su punizione che ha beffato Borra, forse non impeccabile nel frangente. Poi Menez (sempre pericoloso con la palla tra i piedi), Situm e Folorunsho hanno avuto la palla per chiudere il match, ma il portiere di casa si è fatto trovare pronto. In mezzo a tutto questo i calabresi avevano anche beneficiato dell’espulsione di Crimi che, già ammonito, era stato troppo irruente su un avversario dopo una palla persa sulla trequarti.

La Reggina forse ha peccato di superficialità non chiudendo il match, ma l’Entella sembrava destinata davvero a fare da spettatrice. L’unico tiro in porta della ripresa di De Luca sembrava esserne la conferma. Le mosse tattiche di Tedino (non facile ridisegnare una squadra che in dieci deve recuperare) non sembravano dare effetti. Ma su una palla buttata dentro l’area, Mancosu, quasi uno spettatore fino a quel momento, ha messo in campo scaltrezza ed esperienza. Il rigore calciato alla destra di Guarna si è infilato a pochi secondi dal 90’ e così la festa per la panchina numero 400 di Tedino è stata salvata. Alla Reggina, invece, è rimasto il rammarico dei tre punti sfumati proprio all’ultimo quando quasi nessuno se lo aspettava, attenuato dalla consapevolezza di una prestazione convincente. Ma non c’è tempo per i rimpianti. Toscano ha già messo nel mirino il derby con il Cosenza di martedì", l'analisi del quotidiano sportivo.

Voto 7 a Crisetig e Menez, 6,5 a Liotti, Loiacono e Folorunsho, così come a Toscano. Voto 5 a Rossi.