LE PAGELLE DELLA REGGINA - Provazza dà la scossa, la decide Barillà

10.12.2023 17:16 di Valerio Romito   vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Provazza dà la scossa, la decide Barillà

VELCEA 6 – Un paio di brividi per conclusioni avversarie finite fuori dallo specchio, sempre sicuro nelle situazioni ordinarie di gioco

MARTINER 5,5 – Passaggio a vuoto per il giovanissimo laterale amaranto, troppo macchinoso palla al piede ed un retropassaggio fuori misura che poteva costare carissimo

GIRASOLE 6 – In una giornata dai contenuti tecnici scadenti il difensore reggino mantiene la barra dritta, concedendosi le solite zingarate offensive sui calci da fermo

INGEGNERI 6 – In questo tipo di gare la solidità difensiva offerta dalla coppia centrale dà comunque la possibilità di giocarsi il risultato fino al termine, come puntualmente avvenuto oggi

ZANCHI 6 – Cerca come può di proiettarsi in avanti più di rabbia che di tecnica, le soluzioni trovate non premiano lo sforzo profuso (DAL 58’ CHAM 6 – Sua la più ghiotta occasione amaranto sullo 0-0, impatta bene il pallone ma la conclusione sbatte sui guantoni del portiere ospite)

MUNGO 6 – Certamente il più vivace del trio in mediana, si sobbarca un lavoro di copertura sfiancante che va a danno della lucidità in fase propositiva

SALANDRIA 5,5 – Di fatto sbaglia poco e nulla ma il ritmo della manovra appare troppo compassato, probabilmente da play basso non ha le caratteristiche per far cambiare ritmo alla gara (DAL 78’ BARILLA’ 7 – Senza aver in pratica mai toccato un pallone, con il primo trasforma con freddezza glaciale un penalty dal peso specifico enorme che decide una partita problematica, da lì in poi è decisivo nell’addormentare la gara)

PORCINO 6 – Come a Canicattì funge da vero e proprio jolly di centrocampo nel tentativo di dare il la alle iniziative dei compagni, oggi sembra un po’ predicare nel deserto (DAL 66’ ROSSETI 6,5 – Entra con la “cazzimma” giusta recuperando con caparbietà diversi palloni in pressing e dando un segnale importante alla squadra in termini di atteggiamento)

PERRI 6,5 – Per quasi un’ora è l’anima della squadra, l’unico che tra le linee cerca di inventarsi qualcosa per vivacizzare una gara apatica (DAL 66’ PROVAZZA 7 – Riesce da subito a dare la scossa necessaria per cambiare l’inerzia, salta ripetutamente in velocità il proprio marcatore fino a procurarsi la massima punizione che determinerà il risultato.)

ALTAMURA 5,5 – Si guadagna la conferma dopo la buona prestazione di sette giorni fa, ma stavolta finisce per restare imbrigliato nelle maglie della difesa jonica (DAL 58’ MARRAS 6 – Qualche buono spunto in ripartenza)

BOLZICCO 6 – Costretto per gran parte della gara ad abbassarsi per cercare palloni giocabili, non è troppo fortunato in un paio di mischie in area in cui non riesce a concludere ma resta comunque un perno offensivo in questo momento indispensabile

TROCINI 6 – La buona notizia è l’essere riusciti a violare il Granillo dopo cieca due mesi, ma la prestazione lascia ampiamente a desiderare al cospetto di un avversario sin qui deficitario fuori casa che per buona parte della contesa ha mantenuto il pallino del gioco, pur se ad onor del vero oggi i cambi siano risultati decisivi