Taibi a Radio Gamma No Stop: "Reggina, vittoria meritata. Ora dobbiamo fare scelte dolorose. Su Menez..."

11.06.2020 19:00 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Taibi a Radio Gamma No Stop: "Reggina, vittoria meritata. Ora dobbiamo fare scelte dolorose. Su Menez..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Bargellini

Massimo Taibi, ds della Reggina, è intervenuto a Diretta Studio su Radio Gamma No Stop e ha toccato tanti argomenti dell'attualità amaranto dopo il salto in serie B.

"E' stato un peccato non aver potuto festeggiare davanti a 20mila persone, sarebbe stato bellissimo. La vittoria è meritata".

Continua Taibi: "Toscano resta al 110%. Lui non è una scommessa, ma una certezza. La B è un torneo più difficile perché ci sono le squadre che scendono dalla A che avranno il paracadute, ma ci sono tanti altri club con importanti disponibilità. In B ci sono degli introiti, hai un appeal, puoi fare una buona squadra e magari sperare di poter fare un buon campionato. Ci saranno sette-otto squadre più forti di noi, ma cercheremo di farci valere".

Inevitabile fare scelte dolorose: "Dobbiamo purtroppo fare 10-11 uscite e dobbiamo tagliare calciatori fondamentali. Senza il regolamento Over della B, avrei mandato via solo quattro-cinque. Devo sacrificare qualcuno d'importante. Dobbiamo purtroppo usare la testa, con il cuore sbaglieremmo".

Su Rivas: "Lui vorrebbe restare con noi, martedì ci incontreremo con l'Inter per trovare un accordo"

Su Menez: "E' un giocare integro, può veramente farci fare il salto di qualità: il suo arrivo sarebbe motivo d'orgoglio".

Su altri innesti: "Babacar è fantascienza, l'ho avuto a Modena, è un ragazzo che abita a Firenze e se va via da Lecce si avvicina a casa. Papadopoulos? Il presidente mi ha chiesto se lo stavamo trattando, ma non ho idea dove gioca adesso, mai trattato. Nei mesi scorsi era uscito il nome di Barreto, ma io non lo avevo mai trattato, però ci ho pensato ed era una buona idea: ho chiesto al suo procuratore, ma lui vorrebbe stare al Nord e quindi non si è fatto nulla".

Tornano Baclet e Zibert: "Hanno richieste in C, sarà facile piazzarli. Il francese è un calciatore che è stato sfortunato, è un ottimo calciatore".

Sugli obiettivi della prossima stagione: "Gigi Cagni mi diceva sempre: "Bisogna essere presuntuosi nell'umiltà". Noi dobbiamo essere consapevoli che sarà un torneo difficile, poi conteranno tanti aspetti che potrebbero accorciare il divario con le squadre più forti".

Sulle scelte della rosa: "Dobbiamo ancora incontrare i calciatori e comunicare le nostre decisioni. Dobbiamo intervenire in tutti i reparti. Abbiamo le idee abbastanza chiare su come modificare la rosa".

Sul prossimo torneo di serie B: "L'inizio potrebbe verificarsi a metà settembre, insieme alla serie A".

Sui playoff di C: "La Ternana ha un presidente simpatico, il Bari ha un gemellaggio con i tifosi. Con la Reggio Audace e il Carpi ho tanti rapporti: sarò neutrale, non posso tifare per nessuna".