EURO 2020, Mancini: "Il Belgio è la miglior squadra d’Europa, vincerà chi farà meno errori"

01.07.2021 19:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
EURO 2020, Mancini: "Il Belgio è la miglior squadra d’Europa, vincerà chi farà meno errori"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Vigilia della sfida contro il Belgio per l'Italia di Roberto Mancini, che a Monaco di Baviera si gioca il passaggio alle semifinali di EURO 2020. Conferenza stampa della vigilia per il ct azzurro, che ha sottolineato le difficoltà della sfida:

"Il Belgio è una grandissima squadra – avverte Roberto Mancini - è in cima al ranking da tre anni. Noi ci auguriamo che possano recuperare tutti i giocatori, sapendo ovviamente".

Dopo aver battuto il record di risultati utili consecutivi detenuto per più di ottant’anni dalla Nazionale di Vittorio Pozzo, Mancini vuole proseguire la sua striscia vincente per regalarsi un nuovo viaggio a Londra, direzione Wembley: "Faremo la nostra partita – aggiunge il Ct in conferenza stampa - sapendo di affrontare la migliore squadra in Europa insieme alla Francia. Sarà una gara difficile, il Belgio ha giocatori straordinari. Vincerà chi farà meno errori: anche uno solo potrà essere determinante”.

Difficile è stato anche l’Ottavo di finale con l’Austria, ma gli Azzurri sono riusciti a superare l’ostacolo, mentre altre nazionali blasonate come Francia, Germania, Portogallo e Paesi Bassi sono già tornate a casa: "Contro l'Austria abbiamo sofferto un po' di più, ma alla fine abbiamo fatto 26 tiri in porta. Abbiamo vinto meritatamente e ricordiamoci che non esistono partite facili, l'Europeo ce lo insegna. Firmerei domani per soffrire e fare 26 tiri in porta. Siamo felici di quello che abbiamo fatto fino ad oggi e vogliamo andare avanti".

Il Ct ha le idee chiare sulla squadra che affronterà il Belgio ("Dubbi per la formazione? Pochi. Poi aspettiamo domani per valutare le condizioni fisiche di tutti") e, pur sapendo che il cammino adesso si fa duro, sa di avere i mezzi per poterlo percorrere fino in fondo: "Siamo dalla parte del tabellone più difficile, almeno sulla carta, ma a questo livello non c'è nulla di semplice e scontato. Affrontiamo una partita alla volta iniziando da domani, siamo consapevoli delle nostre qualità".